Sassari: in manette per bancarotta fraudolenta il Principe Costantino II dell’Isola dei Cavalieri

In questura chiede di parlare con Renzi, ma Costantino Dajala finisce a Bancali

Sassari, 12 ott. 2016 – Bancarotta fraudolenta. Con questa accusa poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Sassari hanno arrestato Costantino Felice Dejala, 65enne imprenditore sassarese, sedicente Capo di Stato del ‘Principato dell’Isola dei Cavalieri’, che è stato rintracciato dopo alcuni giorni di assidue ricerche in un hotel della provincia ove alloggiava.

Grande stupore dei poliziotti della Mobile, coordinati dalla dirigente Bibiana Pala, quando negli uffici della Questura Dejala ha tentato di evitare l’arresto invocando le improbabili immunità penali che gli spettano, in virtù del diritto internazionale consuetudinario e pattizio ai Capi di Stato e Governo esteri, asserendo di essere il Principe dell’Isola dei Cavalieri e chiedendo di poter parlare con il Presidente del Consiglio dei Ministri. Le difese dell’uomo seppure attentamente valutate, non sono state sufficienti a sospendere l’ordine di esecuzione della pena.

Non risulta infatti che lo Stato italiano abbia mai accordato all’organizzazione “Principato Isola dei Cavalieri” alcun riconoscimento formale, pertanto, i suoi rappresentanti, a qualsiasi titolo, non godono di alcuna prerogativa diplomatica. Nei confronti di Dejala  è stato eseguito un ordine di carcerazione per una condanna definitiva di anni quattro di reclusione per bancarotta fraudolenta. La condanna originariamente era di 7 anni ed é stata ridotta di tre anni per l’indulto.

Con la sentenza di condanna il giudice ha disposto le pene accessorie dell’interdizione legale durante la pena, l’interdizione perpetua dai pubblici uffici e l’inabilitazione all’esercizio di impresa commerciale e l’incapacità di esercitare uffici direttivi nell’impresa. Il Capo del Princiapato è stato definitivamente riconosciuto colpevole di bancarotta fraudolenta risalenti al 1997 avendo provocato il fallimento di una società che gestiva il noto centro commerciale ‘La Piazzetta’ di Sassari e di un’altra società che forniva servizi di sicurezza e logistica all’azienda di cui era amministratore. Le gravi condotte fraudolente avevano portato al crack di entrambe le società, con gravi perdite economico finanziarie.

L’uomo è molto conosciuto in città ed era emerso nelle cronache regionali e anche nazionali nell’ambito della curiosa vicenda con contorni di diritto internazionale, dichiarandosi appunto Capo di Stato, Primo ministro e Gran Maestro dello Stato “Principato Isola dei Cavalieri”, con sede a Brooklyn, New York, U.S.A. La fondazione del nuovo Stato, risalirebbe al giorno 11 settembre 2001, data dell’attacco terroristico alle “Torri Gemelle” di New York. Al termine delle formalità di rito Dejala è portato nel carcere di Bancali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...