Referendum: Medio Campidano, presentato il “Comitato NO grazie"

refererendum-no
Cagliari, 9 ott. 2016 – “Ripartire dalle singole realtà locali per creare una rete di amministratori che condividano strategie e programmi di sviluppo per rappresentare l’alternativa seria e credibile al mal governo del Pd a cui è riconducibile la responsabilità politica dell’aver reso il Medio Campidano fanalino di cosa in tutte le statiche economiche nazionali”.
Con questa spinta motivazionale bei giorni scorsi a Sanluri oltre venti tra sindaci, assessori e consiglieri comunali provenienti da diverse esperienze partitiche e culturali hanno trovato la giusta sintesi per la costituzione del “Comitato NO grazie” che si oppone alla riforma costituzionale voluta dal Governo Renzi e dalla maggioranza parlamentare che lo sostiene.

“La nostra campagna elettorale per il NO nasce dalla consapevolezza che questa è la riforma dei grandi bluff. Non solo non è vero che abolisce il Senato, ma lo trasforma in una camera di sindaci e consiglieri regionali scelti dalla segreteria dei partiti che potranno addirittura beneficiare dell’immunità parlamentare”, spiegano i sostenitori del Comitato.
“Non solo non è vero che da più autonomia agli enti locali – aggiungono – ma trasforma anche la specialità della Sardegna nello zerbino dello Stato centrale le che con la clausola di supremazia statale potrà disconoscere l’attività legislativa del nostro Consiglio Regionale”.
“Non siamo tra coloro che ritengono che la Costituzione sia immodificabile, le nostre proposte per ammodernare lo Stato sono state altre: elezione diretta del presidente della repubblica, indicazione dell’indice di tassazione massima per cittadini, reale abolizione del senato, referendum sulla ratti ficca dei trattati internazionali che limitano la sovranità nazionale, abolizione dell’immunità parlamentare tanto per citarne alcuni”, concludono dal “Comitato NO grazie”.

Il Comitato é stato promosso dai Consiglieri di Arbus e Sanluri Gianni Lampis e Massimiliano Paderi e Hanno aderito all’iniziativa: i sindaci di Tuili e Barumini Celestino Pitzalis ed Emanuele Lilliu, l’assessore Claudia Cotza di Villanovafranca, i consiglieri comunali Roberto Caddeo di Sardara, Davide Sardu, Alessandra Puddu e Antonio Fenu di Gonnosfanadiga, Paolo Salis, Michela Dessì e Alessandra Peddis di Arbus, Marcello Pistis, Federica Caria, Simona Cogoni e Cinzia Guidarelli di Guspini, Italo Carruciu di Lunamatrona, Sandro Pillitu di Serramanna, Francesco Ibba e Stefano Onnis di Samassi, Giuseppe Tatti, Roberta Maccioni e Franco Congiu di Sanluri. Altre importanti adesioni sono previste nei prossimi giorni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...