Migranti: Anci Sardegna a Fassino e Pigliaru, inadeguati di fronte a fenomeno preoccupante = Governo debole e Ue sorda

IMG-20150824-WA0003

Cagliari, 2 set. 2016 – L’Anci Sardegna mostra preoccupazione per l’arrivo di migranti nell’isola, 1548 in due giorni con nave ‘Dattilo’ e con l’irlandese ‘Le James Joyce’ e oltre 140 nel fine settimana scorsa arrivati nel Sulcis con barchini dal Nord Africa. Il presidente Pier Sandro Scano scrive al presidente nazionale dell’Anci Piero Fassino e al presidente della Regione Sarda, Francesco Pigliaru “in considerazione dell’intensificarsi degli sbarchi negli ultimi giorni e dei timori, che filtrano dagli ambienti del Governo, sulla probabilità di un picco record per il mese di settembre, ritengo necessario avanzare una proposta”.

Scano propone a Fassino e Pigliru “che, come Regione Autonoma, promuoviamo, in accordo con altre Regioni, la convocazione urgente della Conferenza Unificata per un esame compiuto, tra Governo Nazionale, Regioni e Comuni della questione nel suo complesso. Il Governo appare debole innanzi alle chiusure e alle sordità dell’Unione Europea, appare scosso dall’emergenza, viola ormai le quote regionali concordate, compresa la quota per la Sardegna, non affronta i problemi di procedure e risorse, a partire da quelli riguardanti i minori non accompagnati, che non rendono possibili una vera accoglienza e la programmazione di percorsi di inclusione.

Scano, a nome dei sindaci sardi chiede Pigliaru di “indurre il Governo ad un confronto reale e alla condivisione di un approccio diverso e più efficace”. A la Fassino, oltre alla richiesta di una nuova Conferenza Unificata tra Governo e Regioni di intercedere presso il Governo per la condivisione di un “approccio diverso e più efficace, in cui abbiano il necessario risalto l’iniziativa sul piano internazionale, comprese le politiche di cooperazione, e la stessa gestione continentale dei rimpatri”.

Sulle difficoltà dei comuni interviene anche il consigliere regionale del Psd’Az Marcello Orrù, fondatore del Movimento Cristiano: “E’ evidente che coloro che oggi governano la Sardegna stanno ben alla larga dai sardi perchè se solo facessero un giro tra la gente si renderebbero conto a che livello è giunta la rabbia che sta montando tra la popolazione per l’invasione di clandestini in atto da mesi e che negli ultimi giorni ha visto sbarcare in Sardegna più di duemila immigrati, per la stragrande maggioranza gente che non scappa nè da guerre nè da fame ma che viene spudoratamente in Italia per avere vitto , alloggio e sussidi vari pagati dallo stato italiano”.

“L’ho detto più volte e lo ribadisco – dice Orrù -: la Sardegna non può più accogliere migranti. Non bastano le timide parole del presidente Pigliaru di qualche giorno fa, serve un vero e proprio ultimatum ad Alfano che esprima il no della regione Sardegna a questa politica sull’immigrazione ipocrita e fallimentare che non è accoglienza ma solo business e malaffare. Ma dubito che questo ultimatum arrivi”.

“Allora mi appello ai sindaci sardi, sui quali fino ad oggi è stato irresponsabilmente scaricato l’enorme problema della gestione immigrati: ribellatevi, non date più alcun consenso a ricevere immigrati nei vostri comuni. Fate votare ai vostri consigli comunali una mozione che neghi il consenso a qualsiasi nuovo arrivo di immigrati sul proprio territorio comunale. Questa sarebbe l’unica possibilità tecnico – giuridica per mettere in difficoltà le politiche di gestione immigrazione del governo. I sindaci sardi dicano no al vergognoso scaricabarile sulle spalle dei comuni e dei cittadini e chiudano le porte ai clandestini. Sono convinto –conclude – che allora le prefetture e il ministro Alfano saranno costretti a rivedere la politica arrogante e fallimentare che ha trasformato la nostra terra in un ghetto al centro del Mediterraneo”. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...