Migranti: Orrù (Mov. Cristiano), basta buonismo, servono controlli straordinari

Cagliari, 22 agosto 2016 – “Gli episodi accaduti in questi giorni a Cagliari e Capoterra che hanno visto due migranti, un pakistano e un marocchino, protagonisti di atti osceni dinnanzi a famiglie e minori, sono soltanto gli ultimi di una lunga serie. E’ inconcepibile che individui che vengono accolti in quanto rifugiati di guerra e mantenuti dallo stato italiano, siano lasciati liberi di bighellonare per le nostre città e commettere atti di questo tipo o violenze contro i residenti come accaduto nel centro storico di Sassari alcuni giorni fa.  Ma ciò che preoccupa maggiormente è la condizione difficile e assai precaria in cui operano le forze dell’ordine sarde nel fronteggiare l’emergenza immigrazione.
Polizia e Carabinieri svolgono il loro lavoro in un contesto non facile,esponendo la propria vita a rischi enormi, e con pochissimi mezzi”. Lo afferma il consigliere regionale del Psd’Az e leader del Movimento cristiano Marcello Orrù in merito ai fatti di Cagliari e Capoterra.
”I pesanti tagli subiti negli ultimi tre anni rendono il lavoro degli agenti di polizia ancora più difficile e rischioso. Spesso – conclude Orrù – si opera in condizioni vergognose per uno stato civile: mancano le risorse per il carburante delle auto di servizio, per le divise e per altri strumenti essenziali e si pretende di scaricare tutto il peso dell’ordine pubblico e dei problemi sui singoli  lavoratori. E’ essenziale un cambio di passo: servono controlli eccezionali su migranti”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...