Migranti: Cagliari, sgomberata Piazza Matteotti su ordine della Asl, pulizia Comune in corso

13921070_1103197526425617_3530830613687430127_n

Cagliari, 4 ago. 2016 – “Cosa costava farlo senza essere denunciati?”. E’ il commento di Mauro Pili (Unidos, vedi video) allo sgombero di Piazza Matteotti, a Cagliari, al centro di un caso politico per il bivacco di decine di migranti arrivati in Sardegna con le navi che li avevano salvati nel canale di Sicilia. Intorno alle 13 i i poliziotti del Reparto Mobile Sardegna, della Polizia municipale e la Guardia di Finanza, hanno iniziato le operazioni di sgombero nella piazza con gli operai del servizio di Igiene del suolo di una ditta specializzata, in tuta bianca e mascherine, per lo sgombero e la disinfestazione dell’area di fronte al municipio del capoluogo. Sul posto anche il questore Danilo Gagliardi.

13903211_1103197653092271_2099767615552824729_n

I responsabili del Servizio di Igiene Pubblica della Asl di Cagliari avevano fatto un sopralluogo sulla piazza l’8 e il 9 di luglio dopo una dettagliata denuncia alla Asl del deputato di Unidos Mauro Pili, scrivendo poi al Sindaco di Cagliari che l’area “è fortemente interessata da un’occupazione continua da parte di altri soggetti che la utilizzano in modo promiscuo bivaccandoci giorno e notte. Tutta la Piazza che non risulta dotata di servizi igienici e di acqua potabile è occupata da extracomunitari che vi soggiornano o approntano bancarelle e punti vendita improvvisati, posizionando cartoni e quant’altro per l’esposizione della merce ola creazione di bivacchi dove mangiare e dormire e cambiarsi. Il palese degrado è accompagnato da un acre e forte odore di sporcizia che si avverte in modo evidente addentrandosi all’interno della piazza. Si ritiene necessario – concludono i medici della Asl – l’immediato ripristino di adeguate e idonee condizioni igienico sanitarie del sito”.

13906980_1103197629758940_2112239240813980385_n

“Riteniamo che l’operazione assomigli molto alla massaia che per far bella figura nasconde la polvere sotto al tappeto. Il problema esiste e va affrontato – spiega il segretario provinciale del Sap, il Sindacato autonomo di Polizia, Luca Agati -, non semplicemente spostato, rischiando ora di mettere in cattiva luce i miei colleghi chiamati a lavorare in Piazza Matteotti, che potrebbero essere visti come i cattivi di turno. Le persone accampate dormono li non perché amino quella piazza, ma perché spinti dalla speranza di lasciare l’isola. La politica deve lavorare su quello non effettuando mere manovre mediatiche per dare risposte fasulle ai cittadini”.

13934754_1103197533092283_640254396338573569_n

Non è dato sapere dove siano stati trasferiti o in quale parte della città si posizioneranno i migranti che hanno abbandonato i centri di accoglienza e vivevano in condizioni disumane in piazza Matteotti, proprio vicino alla stazione e al porto, e di fronte al Municipio, in attesa di prendere una nave per abbandonare la Sardegna e raggiungere i Paesi del nord Europa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...