Crisi: Consiglio regionale approva legge che istituisce reddito cittadinanza e d’intelligenza

Cagliari, 2 ago. 2016 – Il Consiglio regionale della Sardegna ha  approvato la legge “Reddito di inclusione sociale, fondo regionale per il reddito di inclusione sociale”, proposta da Luca Pizzuto (Sel) che dopo il voto dell’Aula ha ringraziato “l’opposizione e la commissione Sanità, per il lavoro svolto. Non si usa ma voglio ringraziare anche l’amministrazione regionale che ci ha aiutato a scrivere questa legge. Permettetemi di ricordare l’onorevole Luigi Cogodi (già consigliere ed assessore regionale del Pci, ndr), che per primo fece questa battaglia nel 1999 in quest’Aula. A lui e alle donne della Sardegna e alla mia generazione massacrata dalla precarietà voglio dedicare questa legge, nella speranza che questo strumento nelle loro mani possa assicurare migliori condizioni. Con questo voto dichiariamo guerra alla povertà e all’ingiustizia sociale”. Per Alessandra Zedda (Forza Italia) “le buone finalità sono condivisibili e pertanto da questi banchi arriverà un voto di astensione, per un forte senso di responsabilità. E’ un provvedimento a tratti evanescente e inapplicabile ma ci auguriamo che alle famiglie sarde possa arrivare qualcosa”. Astenuta anche l’Udc. Per il Pd hanno dichiarato il voto a favore Gigi Ruggeri e Rossella Pinna, che ha detto: “Il Pd partecipa alla lotta alla povertà e alla disuguaglianza sociale. Ci sono solo buone ragioni per condividere questa proposta di legge, soprattutto perché supera il modello di welfare dello Stato e responsabilizza le persone che ricevono aiuto”. Il sardista Angelo Carta ha auspicato nuove e maggiori risorse per questo strumento”. Favorevole anche il Partito dei Sardi e l’Upc.

Approvato anche l’emendamento proposito da Roberto Deriu (Pd) sul reddito d’intelligenza che consente alle famiglie di aiutare i figli nello studio.

“Sono fiero di aver contribuito ad introdurre in Sardegna il concetto del reddito d’intelligenza. Il Consiglio ha scansato la trappola del voto segreto dimostrando un’eccezionale maturità e lungimiranza. Ringrazio il relatore Luca Pizzuto e  Rossella Pinna per il loro decisivo contributo. Da oggi le famiglie sanno che la Regione incoraggia e premia il successo nello studio come interesse pubblico”, ha detto Deriu

Nella seduta di oggi il Consiglio regionale ha approvato anche le “Norme in materia di agriturismo, ittiturismo, pescaturismo, fattoria didattica e sociale e abrogazione della legge regionale n. 18 del 1998)” e la legge “Modifiche alla legge regionale 11 aprile 2016, n. 5 (legge di stabilità 2016). Disposizioni urgenti a sostegno dei territori colpiti da incendi”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...