Sassari: Pili (Unidos) ad Alfano esiste sicurezza in Sardegna = Interrogazione dopo rapina milionaria Mondialpol

Roma, 2 marzo 2016 – Interrogazione al Ministro dell’Interno, Angelino Alfano, del deputato sardo di Unidos MauroPili dopola clamorosa rapina milionaria alla Mondialpol di Sassari adopera di un commando  di 15 persone armate ed equipaggiate con armi da  guerra che hanno agito con tecnica paramilitare. “La rapina di Sassari è una drammatica conferma: la Sardegna da nord a Sud è in balia di un commando militare che agisce indisturbato senza reazione adeguata da parte dello Stato. In Sardegna è a rischio la sicurezza, da quella degli amministratori per arrivare al grande colpo milionario. Se un commando militare con armi da guerra può entrare in un luogo sicuro, cosa puo’ succedere altrove? Esiste davvero la sicurezza in Sardegna? Occorre dire basta ad un silenzio inaccettabile: mancano uomini e mezzi e la Sardegna è in balia di banditi e criminali. Le forze dell’ordine sono ridotte al lumicino, con equipaggiamenti di pronto intervento e di sicurezza davvero inadeguati. E’ semplicemente sconcertante che un commando di almeno 15 banditi possa agire senza alcun contrasto in un’area contigua alla città di Sassari.  Il 2 gennaio scorso un commando analogo aveva fallito l’assalto ad un portavalori sulla statale 131 Dcn a pochi chilometri da Nuoro. Altre gravissime rapine sono state messe a segno anche nel cagliaritano con bottini milionari e azioni da vera e propria guerra criminale. Nessuno degli autori è stato assicurato alla giustizia. E’ fin troppo evidente che il dispiegamento così rilevante di uomini e mezzi lascia presagire l’esistenza di una vera e propria organizzazione criminale senza precedenti in Sardegna. E’ altrettanto evidente che l’assenza di uomini e mezzi delle forze dell’ordine costituisce il più rilevante sostegno a questa escalation criminale. C’è un dato incontrovertibile: sono del tutto insufficienti i mezzi di contrasto e prevenzione a questi fenomeni criminali sempre più preoccupanti e gravi”.

Lo ha detto il deputato di Unidos Mauro Pili in un’articolata interrogazione in cui il parlamentare sardo rivolge al Ministro dell’Intero cinque quesiti che sollevano altrettanti dubbi sulle modalità di esecuzione della gravissima rapina. Pili dunque chiede ad Alfano “se non ritenga di dover intervenire con urgenza nel rafforzamento dei presidi di sicurezza in Sardegna”.Prosegue l’interrogazione al secondo punto chiedendo se il Ministero degli Interni “non ritenga di dover valutare l’esigenza di indagini per comprendere se tali commandi non siano di estrazione criminale esterna alla Sardegna e abbiano ramificazioni con ben più organizzate criminalità esterne, 3) se e quanti uomini era effettivamente in servizio la sera del 29 febbraio e quante pattuglie presidiavano l’area di Sassari e quali erano i tempi d’intervento in quell’area; 4)in che tempi sono stati attivati i posti di blocco e se sono state richiamate in servizio altre unità considerata l’insufficienza di quelle in servizio; 5) se è stato allertato qualche mezzo aereo dotato di strumenti per volo notturno”;

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...