Pili (Unidos): da Equitalia cartelle shock da 2milioni ad albergatori su mandato della Regione Sardegna

Cagliari, 29 febbraio 2016 – “Cartelle Equitalia da un milione e 910 mila euro. La Regione sceglie Equitalia per mettere sul lastrico gli hotel sardi che avevano utilizzato una legge regionale le cui procedure erano state sbagliate dalla regione stessa.  Dunque la regione, lavandosene le mani dei propri errori, scarica il danno sugli imprenditori. Cartelle shock senza precedenti che colpiscono decine di imprese che avevano usufruito di un bando regionale con tanto di procedure pubbliche. In queste ore decine di cartelle Equitalia, emesse in nome e per conto della Regione Sardegna, stanno arrivando ad altrettanti albergatori. La loro colpa? Essersi fidati della Regione. Uno scandalo senza precedenti perché niente ha fatto la regione di concreto per assumersi l’onere dell’errore che gli spettava tutto e con un atteggiamento gravissimo ha dato mandato ad Equitalia di recuperare i soldi. Tutto questo è gravissimo e si configura come un piano che smantella importanti attività per mandarle al fallimento”.

La denuncia è deI deputato sardo di Unidos Mauro Pili che ha pubblicato le cartelle di equitalia nel suo profilo facebook. Pili che nei mesi scorsi aveva presentato un’interrogazione parlamentare ha sostenuto che gli errori della Regione non potessero ricadere sugli operatori turistici.

“La Regione ha scelto la strada più semplice quella di scaricare sugli imprenditori i propri errori. Cartelle di Euquitalia da quasi due milioni  di euro proprio nelle ultime ore sono state inviate ai titolari delle strutture ricettive di tutta l’isola. Si tratta di una vicenda dove incapacità e cialtroneria hanno finito per mettere spalle al muro decine di strutture alberghiere che utilizzarono i finanziamenti della legge 9 per il turismo” – spiega Pili.

“Proprio quella legge – dice Pili – non è stata notificata all’Europa e soprattutto è stata applicata in modo errato nel bando originale. Ora decine di alberghi rischiano la serrata forzosa, con cartelle milionarie che metteranno in ginocchio strutture già in difficoltà per la crisi economica e per la vessazione fiscale a cui vengono ordinariamente sottoposte”.

“Mi stanno giungendo decine di segnalazioni su questo vergognoso accanimento della Regione verso queste imprese – dice il rappresentate di Unidos -. Per questo motivo ho presentato un’interrogazione alla Camera già nei mesi scorsi. Solleciterò nelle prossime giornate una risposta urgente, ma questo non mi impedisce di ribadire che non avrei mai immaginato un cinismo così gretto di una regione che non solo svende gli albergatori per coprire i propri errori, ma se ne frega di posti di lavoro e sviluppo economico. Tutto questo è semplicemente vergognoso e inaccettabile. Contrasteremo questa vessazione regionale verso i Sardi che hanno avuto l’unica colpa di fidarsi delle loro istituzioni”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...