Migranti: Deidda (Siulp), inefficienze politica e istituzioni ricadono su poliziotti

Salvatore Deidda*

Cagliari 30 gennaio 2016  – A seguito delle dichiarazioni apparse su L’Unione odierna, da parte della Prefetta di Cagliari, alcune precisazioni sono d’obbligo. Purtroppo le inefficienze della politica e delle autorità amministrative di vertice preposte a gestire il fenomeno dell’immigrazione si sono riverberate anche in questo inizio anno sulla Polizia. Siamo abituati ad essere considerati degli incapaci a gestire le emergenze! Quando le affermazioni provengono dalle frange estremiste, le scorie della rabbia ci scivolano addosso. Quando le parole arrivano da chi ha competenze di responsabilità, diventano inaccettabili! Intanto comunichiamo alla Prefetta che il fenomeno dell’immigrazione in Sardegna e’ già iniziato, da almeno due lustri. In questo periodo ne abbiamo visto di nefandezze! Il Cara di Elmas, appena dismesso, e’ solo un esempio di inefficienza ed inefficacia dell’azione della Prefettura. Se non si ha lungimiranza nel gestire le situazione che di emergenza hanno ben poco, le problematiche si acuiscono ancora di più, atteso  che è ormai quotidiana l’invasione dei poveri immigrati a cui va garantita la massima accoglienza, anche solo per qualche ora. Non si può ragionare in modo disarticolato: ci si deve  occupare solo degli atti endoprocedimentali di competenza e non anche degli effetti che gli stessi sviluppano sulle altre istituzioni.

Ricordiamo  che il problema diventa di Ordine e sicurezza pubblica perché le istituzioni che devono prendere decisioni adeguate non sono all’altezza della risoluzione del problema. Se non si fa sistema tra amministrazioni statali, regionali e comunali diventa necessariamente un problema di ordine pubblico! Non ci si può accorgere del problema solo quando c’è  l’emergenza che non ha più i connotati de quo. Un ultima raccomandazione: nei prossimi mesi arriveranno in città migliaia di immigrati, secondo le quote decise a livello europeo. Non pensiamo di essere già pronti ad accoglierli, atteso che venti algerini hanno dormito per terra nel corridoio messo a disposizione della Polizia. Non potevamo certo ospitarli nelle camerate dei poliziotti!

*Segretario Regionale Siulp

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...