Migranti: Cagliari, sindacati denunciano emergenza, bivacco espulsi in caserma polizia = Hotel non idoneo

migranti carlo alberto 1

Cagliari, 29 gen. 2016 – E’ emergenza sulla gestione dei migranti a Cagliari dopo l’ultimo sbarco di oltre 50 uomini provenienti dall’Algeria avvenuto, in contemporanea su tre imbarcazioni, nella giornata del 27 gennaio scorso. Dopo la chiusura del Cara di Elmas ora immigranti sono sistemati in un hotel del centro di Cagliari, il ‘4 Mori’, dove vengono portati dopo gli sbarchi per l’ospitalità e le visite mediche. Ma ieri 20 di loro hanno dovuto bivaccare (nelle foto)  nei corridoi della caserma ‘Carlo Alberto’ della polizia, in viale Buoncammino, che ha provocato la dura reazione dei sindacati di polizia, Sap, Uil, Silp Cgil, Ugl e Coisp. “Inadeguatezza, disorganizzazione e manifestata volontà di non voler risolvere i problemi si sono fusi creando una situazione che mai avremmo neanche ipotizzato. Nei giorni scorsi – affermano i sindacati -, gli sbarchi si sono fatti sempre più numerosi, culminando con l’approdo di quasi 50 stranieri in una sola giornata, ben 120 persone dall’inizio dell’anno contro le 317 registrate durante tutto il 2015. Situazione inaspettata ed ovviamente gestita nel peggiore dei modi”.

I sindacati infatti avevano espresso parere negativo nell’individuazione dell’Hotel ‘4 Mori’ sia per la posizione, sia per l’evidente difficoltà nell’organizzazione di eventuali vigilanze. La notte scorsa , dovendo controllare venti persone in attesa di espulsione, si è ritenuto che la struttura non garantisse standard di sicurezza per i poliziotti, quindi gli stranieri sono stati fatti sostare nei corridoi della Caserma Carlo Alberto, “luogo dove sono presenti la mensa di servizio, il bar ed il punto di ristoro ubicato al piano terra della struttura. I controlli sanitari, effettuati in una stanza dell’Hotel 4 mori da parte di un medico volontario della Caritas – dicono i sindacati -, non hanno potuto escludere patologie anche gravi riscontrabili solo con controlli approfonditi che come sempre non sono avvenuti”.

migranti carlo alberto 3

I sindacati non ritengono “umanamente condivisibile garantire una notte in terra, senza la possibilità di fare una doccia o riposare degnamente a persone già colpite duramente da estenuanti viaggi in condizioni critiche”. I sindacati chiedono uomini e mezzi: “Non potremmo tollerare nuovamente ciò che è accaduto nei giorni scorsi ed ancor di più i poliziotti di Cagliari non meritano di veder trasformati i propri luoghi di lavoro in centri di prima accoglienza senza alcuna garanzia funzionale sia dal punto di vista igienico sanitario che organizzativo”. Sap, Ugl, Silp Cgil, Uil e Coisp chiedono che le istituzioni mettano mano “concretamente all’organizzazione legata agli sbarchi per evitare appunto di dover inventarsi soluzioni alternative per sopperire alle mancanze di un’organizzazione latente e fortemente inadeguata”.

Annunci

Un pensiero su “Migranti: Cagliari, sindacati denunciano emergenza, bivacco espulsi in caserma polizia = Hotel non idoneo

  1. Pingback: Migranti: Maccari (Coisp) a Pansa, via i responsabili dei gravi fatti di Cagliari | Press in Sardinia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...