Protezione Civile Medio Campidano: protesta Lampis (Fdi-An) per mancato invito a riunione ‘é summit tra compagni del Pd’ = Pinna, ‘riunione politica di maggioranza’

volontari

Cagliari, 25 nov.2015 – “Accolgo con  grande piacere l’attenzione che la Regione Sardegna, anzi il Pd Sardegna, sta rivolgendo al problema della Protezione civile della Provincia del Medio Campidano.L’Assessore Spano mostra finalmente, meglio tardi che mai, una spiccata sensibilità per trovare una nuova sede ad un servizio indispensabile per il territorio e che rappresenta soprattutto un’eccellenza del Medio Campidano. Finalmente si smette di pagare al consorzio industriale di Villacidro un canone d’affitto di ventimila euro per un capannone dove ci piove dentro”. Lo afferma il Consigliere regionale di Fdi-An Gianni Lampis, in merito alla riunione che si è tenuta in Assessorato dell’Ambiente per trovare una soluzione per la sede della Protezione civile del Medio Campidano.

“Quello della Protezione Civile –dice Lampis – è un servizio che ha mostrato un’organizzazione ben più efficiente di quella dell’Assessore Spano che di fatto ha trasformato una riunione istituzionale in un summit fra compagni del Pd. Erano presenti infatti il direttore generale della Protezione Civile Graziano Nudda, i consiglieri regionali Rossella Pinna e Alessandro Collu (Pd), il capo di Gabinetto dell’Assessorato degli Enti Locali, Matteo Muntoni, su delega dell’assessore Cristiano Erriu(Pd), e il commissario straordinario della Provincia del Medio Campidano, Tiziana Ledda. Peccato che la spiccata sensibilità dell’Assessore Spano sia pari a zero per essersi ‘dimenticata’ di rendere partecipe della riunione il sottoscritto, che rappresenta a pieno titolo il territorio del Medio Campidano, quanto e come i rispettabilissimi colleghi Pinna e Collu.  Con l’unica differenza di non avere la tessera del Pd in tasca”.

“Peccato – prosegue – , perchè avrei certamente garantito una partecipazione propositiva e volta alla soluzione di un problema che conosco bene sin dai tempi in cui ero amministratore comunale e provinciale. Le procedure, così come l’azione politica, per non parlare del galateo istituzionale, non devono essere di casa in via Roma, come sta dimostrando l’Assessore Spano, che dirige uno dei settori più importanti della Regione sarda, l’emblema tangibile del fallimento della Giunta Pigliaru anche nel settore dell’Ambiente”, conclude Lampis.

“Nessun summit tra tesserati del Pd, ma una riunione politica col supporto degli uffici interessati, richiesta dai consiglieri di maggioranza Rossella Pinna e Alessandro Collu per affrontare insieme all’assessore all’ ambiente, Donatella Spano, le questioni legate al futuro della Sala operativa della protezione civile del Medio Campidano. Sono sorpresa che il collega di minoranza Gianni Lampis, abbia espresso in una nota stampa il disappunto per non essere stato invitato alla riunione tenutasi nella giornata di ieri 24 novembre presso l’assessorato alla difesa dell’ambiente”. E’ la replica del Consigliere regionale del Pd Rossella Pinna.

“Vorrei ricordare al giovane collega – dice la Pinna -,­ a cui evidentemente non sono ancora chiare le differenze tra maggioranza e minoranza­ che i consiglieri del Pd essendo parte della compagine al governo regionale ne condividono con esso la responsabilità. Pertanto, non capisco la ragione di un attacco così violento. Così come nessuno di noi ha mai pensato di negare all’opposizione la possibilità di utilizzare gli strumenti ispettivi e di controllo, interrogazioni, interpellanze e mozioni, allo stesso modo, ritengo che i componenti la maggioranza, possano preferire interlocuzioni dirette con la giunta.  Trovo, dunque, pretestuosa e sterile la polemica verso l’assessore Spano, la quale, anche in questo caso, ha confermato sensibilità politica e attenzione verso il sistema della protezione civile , volendosi occupare personalmente delle problematiche del Medio Campidano come sollecitato dai consiglieri del Pd del territorio”, conclude Rossella Pinna.

“Ottima difesa d’ufficio”, replica Lampis. “Peccato che la nota stampa l’abbia divulgata l’Assessorato dell’Ambiente, non l’esperta collega Rossella Pinna. Conosco bene la differenza tra maggioranza e minoranza, e sono ben felice di far parte della seconda, e non essere corresponsabile dei disastri che la maggioranza di sinistra e la sua Giunta stanno creando alla Sardegna. Non capisco come mai tanto astio nei miei confronti da parte della Pinna, che non più tardi di due mesi fa mi aveva augurato un buon lavoro comune per il bene del territorio”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...