A SERRENTI SI STUDIANO LE OPPORTUNITA’ CHE PUO’ OFFRIRE UNA AGRICOLTURA DIVERSIFICATA

Serrenti, 21 nov.2015 – Il Comune di Serrenti ha promosso un Programma di formazione sperimentale destinato a informare sia gli agricoltori che l’insieme della cittadinanza sulle opportunità che può offrire un’Agricoltura diversificata in una delle aree a vocazione cerealicola. Infatti dopo il frenetico spianto dei vigneti della fine degli anni 80 l’agricoltura si è aggiustata con la coltivazione dei cereali di qualità. Ma per creare ricchezza e lavoro aggiuntivo occorre utilizzare meglio le risorse che il territorio offre. Probabilmente anche per questa ragione l’affluenza all’iniziativa di formazione del 20 novembre è stata straordinaria. Curiosamente sono state le donne a dire che vogliono apprendere l’arte agricola. L’orticoltura è la loro passione. Per esempio c’è già chi pensa alla coltivazione dello zafferano: Barbara Concas intende formarsi e investire su questa attività di microfiliera. Al primo incontro il dirigente di Agris Sardegna Martino Muntoni, introdotto dall’assessora del comune di Serrenti Maura Boi, ha presentato il robusto Piano di lavoro di formazione agricola, che andrà da novembre a gennaio 2015, ai cittadini che avevano prenotato l’iscrizione. Nonostante il Piano di lavoro sia abbastanza ambizioso Muntoni l’ha illustrato rendendolo accessibile ai presenti. L’agricoltura di oggi non è più solo un’attività di produzione e trasformazione, ma è un settore in forte cambiamento, che compete su ampi mercati, ha una funzione essenziale nella gestione del territorio e delle risorse ambientali, è produttore di opportunità socio-culturali. Dopo anni di torpore, che ha visto gli agricoltori del vicino comune di Samassi coltivare il carciofo sino alle porte di Serrenti, con uno scatto di orgoglio, in questo comune sta emergendo una nuova identità culturale, anche ad impronta femminile, che sogna di investire nei comparti diversi da quello cerealicolo: in orticoltura prima di tutto e sognando la frutticoltura, l’olivicoltura e la viticoltura. Riteniamo che comunicare questa opportunità sia un messaggio importante per gli operatori del settore e per tutti i cittadini e cittadine che intendono avvicinarsi alle attività agricole ha commentato l’assessore Maura Boi, che ha anche voluto precisare: “non disponiamo di grandi risorse finanziarie per cui ci mettiamo in gioco organizzando questi corsi di formazione a costo zero, con la collaborazione dell’Agenzia Agris Sardegna, per dare delle ulteriori opportunità alla comunità serrentese”. “E’ un’occasione per rendere comprensibile alle persone di buona volontà quanto è importante valorizzare il territorio e le sue risorse in tempo di crisi”, ha rinforzato Martino Muntoni. Gli incontri che, per il momento, si terranno ogni venerdì pomeriggio dalle ore 15, 30 alle ore 17 all’Ex Ma di via Nazionale saranno animati anche dagli specialisti dell’Agenzia di Agris Sardegna, Anna Barbara Pisanu, Antonella Sirigu e Marco Maxia. Il tema dei prossimi convegni sarà incentrato sull’orticoltura senza trascurare le opportunità che offre la frutticoltura da reddito. Fulvio Tocco

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...