PA: Pili (Unidos), ecco il decreti Renzi che cancella la Provincia di Oristano

oristano

Cagliari,22 set. 2015 – “Ecco il decreto che cancella la prefettura di Oristano”. Lo afferma il deputato di Unidos Mauro Pili, che ha pubblicato u estratto dello schema di riorganizzazione del Ministero dell’Interno. “Accorpata a quella di Nuoro. Restano quelle di Sassari e Cagliari, insieme a Nuoro. Un anno fa denunciai, nel silenzio di Regione, Comune e istituzioni varie la decisione del governo di chiudere la prefettura di Oristano e accorparla a quella di Nuoro. Nessuno, oltre alla mia denuncia, fece niente e ora il governo Renzi passa all’incasso con il decreto che cancella definitivamente la prefettura di Oristano. Chiunque cercasse di nascondere la verità è servito. Il provvedimento del Ministro dell’interno nelle prossime ore sarà trasmesso alla Camera per il suo esame. Per quanto mi riguarda metterò in campo tutti gli atti necessari per contrastare questa decisione insensata e fuori luogo. Ciò che è grave che questo provvedimento nasce da una legge la 135 del 2012 votata da tutti i parlamentari sardi del Pd compresi quelli che oggi la contestano. Tutto ciò è paradossale. A Roma cancellano la prefettura e a Oristano protestano. Avessero gli uomini e le donne del Pd il pudore di tacere e nascondere questa vergognosa gestione della cosa pubblica. Ogni ufficio sul territorio svolge 257 tra funzioni e procedure, non solo sicurezza, ma anche immigrazione, protezione civile, questioni elettorali e amministrative di tutti i generi – ha spiegato Mauro Pili – si sa che le Prefetture sono architrave medioevale, ma la funzione dei servizi non può essere cancellata a colpi di scure senza capire sia gli effetti che le ricadute. La Sardegna è Regione a Statuto speciale. Affrontare queste questioni nel buio di qualche stanza del Viminale è inaccettabile e va respinto al mittente. I parlamentari del Pd e non solo farebbero bene a valutare la prossima volta con indipendenza senza condizionamenti di partito soprattutto quando si decidono le sorti della propria terra”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...