Vino: Coldiretti Sardegna, all’Expo i vinaccioli più antichi del mondo = Risalgono al 1200 a.C.

 

Premi Coldiretti a Antonello Pilloni, la cantina Silattari e Mariangela Perra

vinaccioli

Milano, 9 sett. 2015 – I vinaccioli (foto sopra) e gli acini delle uve coltivare in Sardegna risalenti al 1200 a.C., 3200 anni fa, sono presenti oggi nel Padiglione Coldiretti. Sono quelli ritrovati a Oristano dalla Soprintendenza archeologica di Cagliari e a Villanovatulo (Ca) nel 2001 dall’archeologo Franco Campus che hanno corroborato la tesi avanzata da un team di storici dell’enologia sarda dell’agenzia Agris Sardegna, coordinata da Gianni Lovicu che ha rivoluzionato la storia del vino del Mediterraneo. Grazie a questi studi e ritrovamenti, infatti, oggi si può affermare che quello sardo è uno dei vitigni più antichi del mondo: l’isola è la prima esportatrice di vino nel Mediterraneo ed è una delle poche Regioni in cui si produce vino interrottamente da oltre 3500 anni.

acini-villanovatulo-1

“Gli acini (foto sopra) – ha spiegato Franco Campus questa mattina nel corso di un convegno promosso da Coldiretti Sardegna in Expo – sono carbonizzati, è molto fragili. Non hanno più niente della vecchia struttura. Sono disidratati ed appartengono ad un vino coltivato”. “Le vigne in Sardegna ci sono sempre state – ha detto poi nella sua relazione Gianni Lovicu –. Abbiamo anche la certezza che a Cartagine bevessero vino sardo dall’800 A.C. e non viceversa e che si esportasse in tutto il Mediterraneo. E’ stata anche ritrovata una nave affondata al largo di Malta che contenevano anfore piene di vino sardo. In Sardegna – ha continuato abbiamo una caterva di vini autoctoni dai quali si possono produrre vini con una elevata presenza di antiossidanti”.

“Anche nella giornata del vino prosegue la nostra operazione di verità – dice il direttore di Coldiretti Sardegna Luca Saba -. In questa vetrina mondiale i nostri concorrenti sono le grandi multinazionali. A loro stiamo contrapponendo le nostre produzioni, sane, autentiche e figlie di una lunga storia e tradizione”.

Nel giorno dedicato al vino sardo Coldiretti Sardegna oltre a portare in Expo gli acini e i vinaccioli di oltre 3200anni fa, ha premiato tre soci che si sono particolarmente distinti nel mondo della viticoltura. Sono Antonello Pilloni, storico presidente della cantina Santadi; la cantina Silattari di Bosa per la valorizzazione della malvasia e Mariangela Perra della cantina Villa di Quarto di Quartu Sant’Elena come imprenditrice donna.

Alla premiazione, oltre al presidente e al direttore di Coldiretti Sardegna Battista Cualbu e Luca Saba, ha partecipato anche l’assessore regionale al Turismo Francesco Morandi che ha ringraziato e fatto i complimenti a Coldiretti Sardegna “per il grande progetto che state presentando qui ad Expo con il quale state promuovendo non solo l’agricoltura ma tutta la Sardegna – ha detto –. Nei giorni prossimi, visto la concomitanza degli eventi qui in Expo con la Regione Sardegna, collaboreremo con voi” ha poi aggiunto prima di consegnare il premio Coldiretti Sardegna Donna & Vino a Mariangela Perra “per essersi distinta nel settore della viticoltura sarda per oltre cinque anni” è stata la motivazione letta dal presidente dell’organizzazione agricola Battista Cualbu.

Nicola Garippa ha ritirato la targa a nome dell’azienda Silattari che conduce insieme al socio Giovanni Porcu dalle mani di Battista Cualbu. Premio assegnato in questo caso “per l’impegno profuso dalla giovane azienda vitivincola nella promozione e valorizzazione dello spumante malvasia doc”.

Il premio alla carriera è andato ad un emozionato Antonello Pilloni, da oltre quarant’anni presidente della Cantina Santadi, assegnato si legge nella targa “per i 40 anni d’impegno profuso nel settore vitivinicolo per la produzione e la promozione del Carignano nel mondo”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...