Cagliari: Massidda, aggressione a giornalisti esprime situazioni disagio in periferie città

Cagliari, 9 set 2015 – “Esprimo la mia solidarietà ad Antonello (Tziu) Lai e al suo cameramen Matteo Campulla. Il pestaggio che hanno subito stamattina è un episodio gravissimo, che segue altre situazioni di disagio troppo spesso sottovalutate. Gli sono vicino non solo perché è un mio caro amico ma soprattutto perché gli riconosco grandi capacità professionali e umane”. Così Piergiorgio Massidda commenta la grave aggressione ai giornalisti di TCS. Per il presidente di Cagliari Free Zone “non solo le nostre periferie sono state abbandonate al disagio ma le prostitute arrivano in viale Trieste, i tossicodipendenti stazionano nella Zona di Via Is Cornalias e negli ospedali, aumentano ogni giorno le situazioni di microcriminalità, per non parlare delle case occupate e le auto date alla fiamme. Cagliari vive una stagione molto triste con delle vere e proprie bombe sociali pronte ad esplodere nel silenzio generale della politica. È urgente parlare di sicurezza e legalità anche nella nostra città, e farlo ora”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...