Ippica: qualificare i giovani in Sardegna e istituire la Scuola nazionale per fantini professionisti

Il cavallo e il fantino meritano un occhio di riguardo nella programmazione regionale

image

Fulvio Tocco

Cagliari, 1 sett. 2015 –  Lo spettacolo che è stato offerto dall’ippodromo di Chilivani il 30 agosto 2015 dovrebbe far riflettere i sardi su quanto sia importante il ruolo dell’ippica per produrre lavoro e occupazione. Il cavallo rappresenta qualcosa di speciale nell’identità culturale isolana per cui merita un’attenzione specifica nei programmi di sviluppo della Regione. Nel panorama nazionale e internazionale la Sardegna è indentificata: Terra di Cavalli, Terra di Fantini. Anche noi, a maggior ragione, dobbiamo considerarla come tale. L’ippica ci ricorda che abbiamo delle risorse straordinarie, forse in questo comparto, uniche in Europa. Bisogna farle emergere ed attivarle con una larga intesa trasversale bipartisan, nel responsabile riconoscimento delle necessità prioritarie della Sardegna che non produce lavoro e occupazione. La responsabilità identitaria può, senza particolari costi e sacrifici, giocare un ruolo fondamentale. Valutando che non esiste una scuola di formazione professionale ippica nazionale è il caso di bruciare i tempi per istituirla in Sardegna nel cuore del Mediterraneo. Parliamo, non di quella formazione professionale occasionale che conosciamo, ma di ben altra cosa. La scuola professionale di Agricoltura di Villacidro, per esempio, per la sua vicinanza all’ippodromo, ha le caratteristiche per diventare il luogo permanente della formazione degli ippici italiani. Non si capisce perché, chi è preposto a queste funzioni, non affronti organicamente la questione della formazione per qualificare seriamente i fantini, al di là degli sporadici corsi che si organizzano per maniscalchi o altri mestieri. I fantini sardi, con la loro classe, rappresentano, la “carta” da giocare a livello ministeriale per istituire la scuola nazionale di formazione in Sardegna e per rivendicare un calendario di corse che porti nell’isola le risorse finanziare che ci spettano per diritto.

image

I fantini hanno comprovato, per l’ennesima volta, che sanno far fare bella figura all’Italia in Europa, per cui quando si affrontano questi temi in campo nazionale, abbiamo una “carta” in più da giocare a nostro favore. Il problema è che prima bisogna conoscere le “carte” poi bisogna saperle giocare. Gli appassionati che domenica scorsa hanno riempito le tribune di Chilivani hanno dimostrato quanto l’ippica sia viva in Sardegna. Sta alla politica, e alla classe dirigente tutta, studiare un Progetto per istituire, nella Terra dei Fantini, la formazione professionale al servizio di chi intende affermarsi nel mondo del cavallo sportivo e delle professioni collegate.

image

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...