Nuoro: sigilli a circolo privato, denunciato gestore per disturbo quiete pubblica

questore_Nuoro Paolo FAssari

Nuoro, 22 ago. 2015 – Era diventata un vero è proprio incubo, per diverse famiglie residenti nel centro storico di Nuoro, la musica che un circolo-bar diffondeva al massimo volume, alcune volte sino all’alba. Per questo motivo molti residenti del quartiere “San Pietro” avevano presentato un esposto e da tempo i poliziotti della questura di Nuoro aveva avviato dei controlli. Numerose anche le chiamate al 113 di persone che, esasperate per le notti insonni, segnalavano il continuo disturbo e diversi episodi di inciviltà da parte degli avventori del circolo privato.

In un’occasione, proprio per l’elevato volume della musica e per gli schiamazzi, era stata interrotta persino la funzione religiosa che si stava svolgendo nella vicina Chiesa del Rosario. Gli agenti della Squadra Mobile, diretta da Fabrizio Mustaro, dopo diversi appostamenti con speciali strumenti per la rilevazione dell’inquinamento acustico, hanno verificato che spesso il volume della musica andava ben oltre i limiti consentiti dal regolamento comunale e dalla normativa in materia. Più volte, poi, le Volanti erano intervenute per richiamare i proprietari del circolo al rispetto delle norme e del vicinato e per allontanare i clienti che creavano disturbo.

Gli accertamenti tecnici eseguiti dalla Polizia sono stati trasmessi alla Procura Nuoro che ha chiesto, e ottenuto dal Gip, il sequestro preventivo di tutte le apparecchiature utilizzate dal circolo per ascoltare e diffondere la musica o guardare la tv. Il sequestro è stato eseguito oggi dagli uomini della seconda sezione della mobile nuorese. Il presidente del circolo-bar dovrà rispondere del reato di disturbo del riposo delle persone.

“Auspichiamo fortemente – dichiara il Questore Paolo Fassari – che anche le Istituzioni locali, alle quali sono attribuite per legge precise competenze sugli esercizi pubblici, si facciano parte attiva nei controlli; ciò nell’ottica di una sicurezza partecipata e condivisa”. L’indagine è stata coordinata dal sost. P.M. Giorgio Bocciarelli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...