Scuola: Pili, zero insegnanti aggiuntivi e cattedre scomparse = Premio da 63 mila euro per il dirigente scolastico

La denuncia del deputato di Unidos: “Insieme alla moglie gestisce i 4 uffici regionali, premio complessivo per la famiglia 95 mila euro”

pili istruzione

Cagliari, 20 Agosto 2015 – “Se fossero veri i dati del ministero della pubblica istruzione il dirigente scolastico regionale della Sardegna si porterà quest’anno a casa un lauto premio di risultato di ben 63 mila euro. Tutto questo a fronte di una scuola sarda in ginocchio, di zero posti aggiuntivi richiesti ed ora anche il caso delle cattedre scomparse all’ultimo minuto. Una situazione insostenibile e per la quale davvero serve un gesto di chiarezza da parte del ministero dell’istruzione. Per quale motivo il dirigente scolastico regionale deve ricevere un premio di quella entità? Viene forse ricompensato per non aver chiesto niente per la scuola sarda? E cosa accade al dirigente scolastico della Lombardia che ha chiesto 755 nuovi posti aggiuntivi? A questo si aggiunge un altro fatto sulla cui opportunità il ministero deve dire la sua. In ogni ufficio pubblico, dalla magistratura alle amministrazioni locali, sono eticamente, e non solo, vietate contiguità familiari di ogni genere mentre nell’ufficio scolastico regionale tutto questo sembra essere una regola. Se fosse vero che i 4 uffici interni della struttura regionale sono retti da marito e moglie, e che l’una è subalterna dell’altro, saremo dinanzi ad un fatto eticamente rilevante. Da una parte con la gestione della scuola sarda si favorisce la frantumazione delle famiglie del corpo docente mentre ai vertici, invece, si persegue e si ottiene il ricongiungimento, con l’aggiunta di una sommatoria di incarichi che assegnano alla famiglia del dirigente scolastico regionale della Sardegna il 100% degli incarichi dirigenziali”. Lo ha dichiarato il deputato sardo di Unidos Mauro Pili annunciando la presentazione di una puntuale interrogazione parlamentare sulla gestione dell’ufficio regionale scolastico.

“Il dottor Feliziani, autore del piano zero insegnanti aggiuntivi, regge il primo ufficio che si occupa di affari generali, dirigenti amministrativi, rete scolastica, affari legali e contenzioso. Nelle sue mani anche il secondo ufficio: risorse finanziarie, personale e servizi della Direzione Generale. Il terzo ufficio è, invece, appannaggio della dottoressa Simonetta Bonu, moglie del dirigente scolastico, e si occupa di personale della Scuola e dirigenti scolastici, Politiche formative,Edilizia scolastica. Per finire il quarto ufficio, guidato sempre dalla famiglia Feliziani attraverso la consorte del dirigente regionale, destinato agli ordinamenti scolastici, istruzione non statale, diritto allo studio. Insomma, in due, marito e moglie gestiscono l’intero ufficio regionale decidendo da quell’ufficio le sorti di migliaia di docenti. Cosa che avrebbero fatto in maniera inappuntabile considerato che il ministero li premia con un complessivo bonus di risultato di 95.000 euro all’anno. Peccato che la Sardegna per via di questa gestione premiata a peso d’oro non abbia avuto una sola cattedra aggiuntiva alla faccia di chi invece ne ha ottenuto centinaia in più. Peccato che la Sardegna sia l’unica regione dove siano magicamente scomparse cattedre da affidare nella prima fase. Il Ministero aveva, infatti, stabilito il numero dei posti da assegnare per regione e per fase. Tutti gli Uffici regionali scolastici hanno rispettato quel contingente previsto. In Sardegna no. Da noi le cattedre sparivano magicamente a volte il giorno stesso delle nomine (è successo nelle graduatorie ad esaurimento) e in alcuni casi sono sparite il giorno prima della fase A.  Il Ministero ha chiesto il rispetto assoluto dei posti in fase zero ed è ciò che è avvenuto. In fase A invece, c’era un certo margine di libertà d’azione”.

feliziani 1

“Naturalmente – prosegue Pili – il duo Feliziani ha scelto la strada di andare ancora una volta al ribasso. In alcune classi di concorso è sparito un posto ma da altre quasi il 50% dei posti (in una classe di concorso su 17 insegnanti previsti ne sono stati tolti 7). Decisioni gravissime comunicate in alcuni casi la sera prima delle immissioni in ruolo. Dopo una riunione urgente con i sindacati Feliziani ha parlato, senza dare grandi spiegazioni, di assegnazioni provvisorie. Peccato che le assegnazioni provvisorie, seppur accavallandosi con le nomine, non possono per legge intaccare il contingente e, dato che si tratta di domande di assegnazione di una sede più vicina, le cattedre possono subire modifiche per quanto riguarda il luogo, ma non spariscono dato che il docente si sposta di provincia lasciando l’altra cattedra scoperta. Un atteggiamento irresponsabile giocato non solo sull’organizzazione della scuola sarda ma anche con la vita degli insegnanti che erano consapevoli di entrare matematicamente e poi la mattina gli comunicano che non c’erano più i posti. In questa direzione sono già partiti numerosi ricorsi per contrastare la follia di questi comportamenti. Tutto ciò è grave e gli aspetti plurimi di questa vicenda lascia senza risposta una domanda: in tutto questo la regione Sardegna dov’è? Cosa ha fatto? Avalla questa situazione? Ne è complice?”

bonu 1

“Chiederò – conclude Pili – al Ministro di rispondere immediatamente in aula a Montecitorio su questa inaccettabile situazione e su una gestione vergognosa che non ha nessuna giustificazione. Anzi, dopo questa situazione dell’ufficio regionale ha solo un’aggravante. La scuola sarda non può essere gestita da una famiglia, ha bisogno di interlocutori istituzionali e di decisioni politiche. E’ tempo che ognuno si assuma le proprie responsabilità”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...