Maltempo: Pili (Unidos), nuovo imbroglio di Stato per la Sardegna, i soldi non ci sono

NON ESISTONO I 120 MILIONI ANNUNCIATI, SOLO 16 AD OLBIA CHE PRENDE IL 20% RISPETTO A SITUAZIONI MOLTO MENO GRAVI

NELLA DELIBERA CIPE NON ESISTONO I 30 MILIONI ANNUNCIATI PER CAGLIARI

Cagliari, 9 agosto 2015 – “L’ennesima farsa di Stato: i soldi per le alluvioni non ci sono. E’ stata solo una bufala ferragostana. Il tempo di rintracciare i documenti e rendersi conto che si tratta di frottole a buon mercato di due ministri inconsistenti sia sul piano politico che istituzionale. Hanno inscenato una conferenza stampa con tanto di sodali sardi per imbrogliare ancora una volta la Sardegna sui fondi per l’alluvione di Olbia e Cagliari. La realtà è un’altra: non esiste da nessuna parte il miliardo e 300 milioni annunciati per tutta l’Italia ma meno della metà. Ad Olbia non vanno 81 milioni come pomposamente annunciato da qualche trucchista sardo ma appena 16, mentre non esistono stanziamenti per Cagliari. Una pagliacciata che si può smascherare in un attimo con la delibera Cipe 32/2015 che mette nero su bianco le sole risorse esistenti, per complessivi 654 milioni. Quei 120 milioni di euro annunciati per la Sardegna da qualche proconsole di Renzi non esistono, da nessuna parte. Anzi, il riparto che è stato fatto delle risorse disponibili è uno schiaffo ulteriore alla Sardegna. Due sono le cose, o questi proconsoli romani non studiano gli atti oppure pensano di poter contribuire ad imbrogliare i sardi come fa il governo Renzi. Siamo dinanzi alla disonestà intellettuale di chi parla di 81 milioni di euro stanziati per Olbia quando invece non esiste nessun deliberato in tal senso ma solo il 20%, appena 16 milioni di euro”. Lo ha detto il deputato sardo di Unidos Mauro Pili pubblicando le tabelle reali degli stanziamenti relative al piano di assetto idrogeologico presentato due giorni fa a palazzo Chigi. Il deputato di Unidos esaminando le delibere del Cipe richiamate nel piano e il documento illustrato in conferenza stampa ha ricostruito la vera portata degli annunci farsa del governo sulla Sardegna.

alluvione 1

“La tabella analitica di riparto – dice Pili – dimostra come Olbia non abbia avuto nessuno stanziamento da 81 milioni di euro e, anzi, sia stata quella a prendere meno in assoluto nonostante abbia subito i danni maggiori, anche in termini di vite umane, e con un evento risalente ormai a quasi tre anni fa. A realtà come Venezia, Pescara, Cesenatico hanno, invece, assegnato il 100% delle risorse necessarie. A Milano hanno assegnato il 91 % delle richieste, 84% a Genova, il 73% a Firenze. In termini assoluti i dati sono emblematici. Venezia ha chiesto 61,8 milioni e gli sono stati concessi tutti e subito, Pescara ha presentato progetti per 54,8 milioni e ha ricevuto tutto, Cesenatico ha chiesto 18,5 milioni e ha avuto uno stanziamento analogo, Milano ha chiesto 122 e ha ottenuto 112 milioni, Firenze ha chiesto 73 milioni e ha ottenuto 55, Padova – Vicenza richieste per 93 milioni con uno stanziamento di 42,3 milioni, Olbia 81 solo 16 concessi, Cagliari chiesti 30 concessi zero”.

alluvione 2

“Siamo all’ennesima bufala vergognosa di questo governo che millanta risorse senza averle e chiunque abbia seguito la conferenza stampa dei due ministri è apparso chiaro sin dall’inizio che si trattava di una conferenza stampa propaganda con dati inventati e privi di qualsiasi consistenza. Un atto di una gravità inaudita se si pensa alle vite umane che hanno pagato con la morte il disastro del 18 novembre del 2013. Danni mai pagati e ora anche lo schiaffo di stanziamenti inesistenti. Tutto questo è inaccettabile perché offende le vittime di quella tragedia e tutte le comunità locali. E’ evidente che la messa in scena di tre giorni fa a Palazzo Chigi non poteva passare liscia dinanzi a fatti di questa gravità. Aver annunciato stanziamenti per la Sardegna per 120 milioni di euro – 80 per Olbia e 30 per Cagliari e poi verificare che ne esistono invece solo 16 è un fatto grave perché ordito in combutta tra la regione, parlamentari sardi compiacenti e il governo Renzi. Spacciare risorse senza averle, assegnarle a parole ma poi negarle negli atti, è un comportamento da imbroglioni di stato. Per questo motivo – ha concluso Pili – non si può stare in silenzio dinanzi a comportamenti immorali di chi svende la Sardegna sull’altare di una propaganda becera che si rivela inconsistente nei fatti e nelle risorse. Per questo motivo bisogna contrastare in tutti i modi questa ennesima farsa di stato ai danni della Sardegna e dei Sardi”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...