Sardegna: Le delibere della Giunta adottate oggi

campi allagati

Stanziato anche mezzo mln di euro per Vinitaly

Cagliari, 7 agosto 2015 – Bilancio. La Giunta riunita oggi in Viale Trento, ha approvato, su proposta del vicepresidente Raffaele Paci, le direttive per la predisposizione, adozione e aggiornamento dei crono programmi procedurali e finanziari e delle comunicazioni annuali delle spese, ovvero le regole contabili e di gestione per l’erogazione dei mutui.

Enti locali. Varate su proposta dell’assessore Cristiano Erriu le linee di indirizzo per la redazione del bando 2015, in applicazione della legge regionale 29/88, relativo alla tutela e valorizzazione dei centri storici della Sardegna. Le somme disponibili per il provvedimento ammontano a 20 milioni di euro, con una quota di riserva del 50% per i piccoli Comuni. La finalità è il recupero, la riqualificazione e il riuso degli insediamenti storici nel rispetto dei valori socio-culturali, architettonici, urbanistici, economici ed ambientali. Le istanze per l’avviso pubblico presentate dai Comuni saranno valutati in base alla dimensione del programma, all’urgenza del recupero, al miglioramento della qualità della vita, all’ammontare delle risorse finanziarie integrative per la realizzazione degli interventi, nonché alla destinazione del patrimonio edilizio recuperato per edilizia residenziale o pubblica e sociale. Le risorse saranno distribuite sulla base della percentuale della popolazione e della estensione dei centri matrice di ciascuna provincia, attribuendo pari peso a entrambi gli elementi. Designati i componenti di nomina regionale che faranno parte della commissione paritetica per l’individuazione dei beni immobili di interesse storico, artistico ed archeologico da trasferire alla Regione in base all’articolo 14 dello Statuto. sono il costituzionalista Pietro Ciarlo e l’ingegnere Antonio Tramontin.

Ambiente. Diversi i provvedimenti relativi alle valutazione di impatto ambientale e alla compatibilità ambientale approvate dall’Esecutivo su proposta dell’assessore Donatella Spano. Non saranno sottoposti a VIA gli interventi di trasformazione del centro commerciale “Il Globo” a Cagliari, da “media” a “grande” struttura di vendita, e la realizzazione di un impianto di autodemolizione della ditta Saderi nel Comune di Samugheo. Nessuna ulteriore Valutazione di impatto ambientale anche per l’intervento di recupero di rifiuti non pericolosi e per la produzione di conglomerati bituminosi nello stabilimento Fraigas a Ozieri, proposto dalla ditta Salcef e per lo stabilimento di recupero di frazioni valorizzabili da raccolta differenziata di rifiuti urbani e speciali non pericolosi a Oniferi, proposto dalla ditta Mario Moro. Giudizio positivo sulla compatibilità ambientale per i progetti di ampliamento della coltivazione e di contestuale ripristino ambientale della cava di granito nella località “La Contra” nel Comune di Luras, proposto dalla società Ferse Granit Srl, e per la modifica dell’impianto di eliminazione e recupero di rifiuti pericolosi e non pericolosi nel territorio di Assemini Macchiareddu, proposto dalla società Ecotec. Concesso infine il nulla osta al conto consuntivo 2014 dell’Agenzia per la protezione dell’ambiente.

Agricoltura. La Regione prende atto delle osservazioni formulate dalla Commissione Europea sui provvedimenti relativi al ristoro dei danni subiti dagli imprenditori agricoli a causa delle alluvioni del novembre 2013. La Giunta, su proposta dell’assessore Elisabetta Falchi, ha infatti modificato il provvedimento approvato nel novembre dell’anno scorso e ha dato mandato all’assessorato di impartire le ulteriore direttive che si rendessero necessarie per garantire i finanziamenti. Il regime di aiuti potrà così entrare in vigore nel rispetto dei termini e delle condizioni enunciate dall’Unione Europea. Approvato quindi il programma fieristico 2016 che prevede la partecipazione della Regione alla manifestazione di Verona Vinitaly. La Giunta ha programmato, a valere sul bilancio 2015, risorse pari a 586.500 euro

Lavoro. Approvata, su proposta dell’assessore Virginia Mura, la delibera che concede i contributi per il 2015 a favore delle Associazioni Cooperativistiche legalmente riconosciute e operanti in Sardegna. Per il prossimo anno saranno modificati i parametri di calcolo utilizzati per l’erogazione del contributo annuale. La proposta tiene conto anche dell’esito dell’incontro, avvenuto lo scorso 29 luglio, della Commissione regionale per la cooperazione.

Cultura. Su proposta dell’assessore Claudia Firino, varato in via definitiva il programma 2015 sugli interventi per lo sviluppo dello sport in Sardegna, a seguito del parere espresso dalla Commissione consiliare VI competente.  Le risorse ammontano a 6,130 milioni di euro.

Sanità. Su proposta dell’assessore Luigi Arru, via libera ai criteri per il riparto del finanziamento indistinto del Servizio sanitario regionale tra le Aziende sanitarie, per gli anni 2015-2017.  L’approvazione preliminare del modello di destinazione delle risorse, prevede l’articolazione dei fondi disponibili tra i tre macro-livelli assistenziali in base ai criteri utilizzati a livello nazionale, con alcune varianti che tengono conto delle peculiarità regionali. A tal proposito il provvedimento rileva un parziale riallineamento delle percentuali relative ai macro-livelli assistenziali isolani con quelle nazionali. Il riparto dispone inoltre la successiva articolazione dei tre macro-livelli, idonea per adottare diversi sistemi di pesatura della popolazione, al fine di tener conto del diverso bisogno sanitario (veterinaria, ambulatoriale, anziani) o per valutare diversi parametri dei costi sostenuti per alcuni livelli assistenziali (guardia medica e 118).  Si prevede infine la successiva articolazione di alcuni livelli assistenziali, tenendo conto dell’esigenza di finanziare i maggiori costi sostenuti dai soggetti erogatori pubblici rispetto alla sola remunerazione tariffaria e viene accantonata una quota necessaria per riequilibrare il finanziamento delle Asl. Assunta inoltre la delibera che approva il censimento immobiliare dell’Azienda sanitaria 8 di Cagliari. L’elenco dei beni di proprietà della Asl esclude i presidi “Microcitemico” e “Oncologico”, in quanto, i due complessi ospedalieri entrano a far parte nel patrimonio dell’Azienda “Brotzu”.  Approvata infine in via definitiva l’istituzione all’interno dell’assessorato, e senza oneri aggiuntivi per la Regione, della consulta generale di cittadinanza, nonché delle singole consulte locali nell’ambito di ciascuna Asl.  

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...