CONSIGLIO REGIONALE: LA DIFFIDA DI GIANNI LAMPIS

Alla Presidenza della Giunta della Regione Autonoma della Sardegna, in persona del Presidente in carica;

Al Consiglio della Regione Autonoma della Sardegna, in persona del Presidente in carica;

Al Servizio Elettorale presso la Giunta della Regione Autonoma della Sardegna, in persona del Dirigente responsabile;

Alla Giunta per le elezioni del Consiglio della Regione Autonoma della Sardegna, in persona del Presidente in carica.

Atto di diffida e messa in mora

Il sottoscritto Gianni Lampis, nato Cagliari il 31/5/1988, residente ad Arbus, CF LMPGNN88E31B354P, quale candidato alle elezioni regionali 2014 nelle liste di Fratelli d’Italia – Centro Destra Nazionale

espone

– il Consiglio di Stato, con sentenza n° 3612 del 21/7/2015, ha disposto la decadenza dei Consiglieri eletti signori Gavino Sale, Efisio Arbau, Michele Azara e Modesto Fenu;

– il Consigliere Modesto Fenu è stato eletto in quanto facente parte della coalizione che sosteneva il candidato presidente Ugo Cappellacci;

– in ragione delle modalità di attribuzione dei seggi previste dalla legge regionale n° 1/2013, i consiglieri della coalizione “Cappellacci” venivano così suddivisi: 10 consiglieri per Forza Italia, 4 consiglieri per UDC, 3 consiglieri per i Riformatori, 2 consiglieri per PSDAZ e 1 consigliere ciascuno per Movimento Sardegna Zona Franca – Lista Maria Rosaria Randaccio (Modesto Fenu), Fratelli d’Italia – Centro Destra Nazionale e UDS- Unione dei Sardi;

– la lista Fratelli d’Italia – Centro Destra Nazionale si vedeva assegnare anche un secondo seggio, l’ultimo attribuito alla coalizione, che in ragione di espressa previsione normativa veniva assegnato al candidato presidente non eletto Ugo Cappellacci, sulla base delle risultanze del Verbale dell’Ufficio Elettorale Centrale presso la Corte d’Appello di Cagliari che a pagina 209 prevede espressamente: “l’Ufficio, compiute le operazioni di cui ai commi da 1 a 6 dell’art. 17, della Legge Regionale Statutaria n°1/2013, come rappresentate nelle tabelle che precedono, assegna al Sig. UGO CAPPELLACCI, candidato presidente che ha ottenuto un numero di voti validi immediatamente inferiore al presidente proclamato eletto, Sig. FRANCESCO PIGLIARU, l’ultimo dei seggi attribuiti alle liste circoscrizionali ad esso collegate in base al minore resto, lista avente il contrassegno FRATELLI D’ITALIA – CENTRO DESTRA NAZIONALE nella Circoscrizione Medio Campidano”;

– pertanto il primo candidato non eletto nella coalizione “Cappellacci” risulta da attribuire alla lista Fratelli d’Italia – Centro Destra Nazionale nella circoscrizione di Medio Campidano;

Tutto ciò premesso, in considerazione del fatto che la decadenza del Consigliere Modesto Fenu determina la necessità della sua sostituzione con il primo dei candidati non eletti nella coalizione “Cappellacci

diffida

gli Enti in indirizzo, in ragione delle rispettive competenze, a volere dare immediata esecuzione alla sentenza del Consiglio di Stato n° 3612/2015, disponendo per l’effetto l’obbligo, in capo alla Giunta delle Elezioni del Consiglio Regionale, della sostituzione del Consigliere Regionale decaduto Modesto Fenu con il primo dei non eletti della lista Fratelli d’Italia – Centro Destra Nazionale, Gianni Lampis, giusta verbale dell’Ufficio Centrale Regionale.

(Foto da pagina Facebook Gianni Lampis)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...