ZONA FRANCA: DA REGIONE OK A PIANO OPERATIVO ‘CAGLIARI FREE ZONE’ CON 1,1 MLN

porto canale

MASSIDDA, SIGNIFICATIVO PASSO AVANTI, ORA TRAGUARDO ALLA NOSTRA PORTATA

Cagliari, 30 Giugno 2015 – Via libera al Piano Operativo della Zona Franca di Cagliari. La Giunta regionale della Sardegna ha approvato la delibera che consentirà alla società ‘Cagliari Free Zone’ di realizzare gli interventi inseriti nel progetto, che ha già ottenuto il nulla osta dell’Autorità doganale di Cagliari. Il Piano Operativo prevede la realizzazione dei servizi comuni e la collocazione logistica degli spazi da adibire a servizi generali. Si tratta di infrastrutture che consentiranno l’avvio delle prime attività. Il provvedimento consentirà di individuare e studiare un modello di Zona franca che sarà esteso ad altri cinque punti franchi della Sardegna: Olbia, Porto Torres, Oristano, Arbatax e Portovesme.

Il Progetto di massima di Cagliari Free Zone individua un lotto di 6 ettari all’interno della zona attualmente recintata nella parte posteriore del piazzale di banchina del molo di Levante del Porto Canale. Il lotto sarà recintato su quattro lati e vi saranno due accessi. I costi di massima per le opere da realizzare ammontano a poco meno di un milione e 100 mila euro. In particolare, saranno costruite le palazzine e sarà sistemata la viabilità. Interventi anche sui servizi tecnologici, il telecontrollo, l’illuminazione e l’impiantistica.

“Si tratta di una bellissima notizia, un passo avanti significativo verso la creazione della Zona Franca a Cagliari. Rimane il rammarico per il ritardo di oltre un anno e mezzo con cui Regione Sardegna ha approvato il piano, a fronte dei due mesi impiegati dall’Agenzia delle Dogane”. Lo ha detto il presidente della ‘Cagliari Free Zone’ Piergiorgio Massidda, commentando la decisione della Regione sarda. 

“La crisi del Nordafrica, come già accade per le crociere può permetterci di attirare aziende e capitali stranieri per muovere la nostra economia. Oggi – prosegue Massidda – la parola d’ordine deve essere velocità. La posta in gioco è altissima, forse irripetibile. Ora dopo più di 15 anni il traguardo è veramente alla nostra portata”. Massidda in settimana convocherà il Cda per valutare i prossimi passi e chiederà un incontro urgente al presidente Francesco Pigliaru per valutare il coinvolgimento della Regione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...