Quirinale: Pili (Unidos), seconda votazione ‘La Sardegna ai Sardi’

Roma, 30 gen.2015 – “La Sardegna ai Sardi” è il secondo messaggio che Mauro Pili, deputato sardo di Unidos affida ai verbali della seconda votazione del Presidente della Repubblica e che qualche minuto dopo posta su facebook pubblicando la foto della scheda appena votata. Nel pubblicare la seconda scheda Pili spiega le ragioni di questo secondo voto palese rivolto al futuro Presidente della repubblica. Scrive Pili: “Basta con le invasioni di rifiuti, di servitù militari che bombardano e devastano la Sardegna, basta con gli sfratti e le aste sulle aziende agricole, basta con le scorribande di Equitalia che porta via le aziende ai Sardi”.

“Ci sono emergenze contingenti e strutturali – ha detto Pili subito dopo il voto – ma questo Stato non si occupa né delle prime né delle seconde. E’ immorale che lo Stato e il presidente della repubblica non siano sino ad oggi mai intervenuti per fermare vere e proprie violenze dello Stato verso la Sardegna e i Sardi. I fatti vergognosi di Arborea con uno stato vigliacco che sfratta in assetto antisommossa una povera famiglia di agricoltori è solo l’ultimo esempio di un atteggiamento vessatorio nei confronti della Sardegna. Fatti gravi e strutturali come le servitù militari di cui il designato Presidente è difensore e per molti versi protagonista nefasto essendo stato ministro della Difesa e artefice del grande silenzio e inganno dell’uranio impoverito con i missili Milan. Lo sbarco in Sardegna degli speculatori del biofuel che vogliono cancellare l’agricoltura a favore delle devastanti piantagioni di canne. Le estensioni immense devastate dalle industrie di Stato mai bonificate e mai restituite ai Sardi. E’ uno Stato che umilia la Sardegna e per quanto mi riguarda non posso avvallare in alcun modo questo nefasto comportamento dello Stato nei confronti della nostra terra. Questo secondo messaggio che ho affidato ad un voto di protesta e di proposta è rivolto al futuro Presidente della Repubblica per il quale non ci saranno sconti se non contrasterà da subito queste violenze di Stato nei confronti della Sardegna e dei sardi”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...