Fisco: Pili (Unidos) governo di incapaci costretto a revoca Imu agricolo dopo rivolta campagne

trattore-con-una-seminatrice-lavora-nel-campo

Cagliari,23 gennaio 2015 – “Quando un governo, incapace di capire i provvedimenti che adotta, è costretto all’ultimo minuto a prendere atto della cantonata presa sull’Imu agricola è evidente che siamo dinanzi ad incapaci e ciarlatani di professione”. Lo ha detto questo pomeriggio il deputato sardo di Unidos Mauro Pili che ieri in aula a Montecitorio era intervenuto sollecitando il governo a riunirsi nella giornata odierna per revocare quel decreto e i relativi parametri.

“E’ semplicemente scandaloso – ha detto Pili -che un governo deve essere sollecitato da una vera e propria rivolta per modificare un decreto vergognoso e stolto che ha rischiato di mettere sul lastrico l’intero mondo agricolo sardo e non solo. Ed è gravissimo che l’unica voce che ieri in aula a Montecitorio abbia invocato l’immediata convocazione del Consiglio dei Ministri sia stata quella del sottoscritto che aveva chiesto per oggi la convocazione del consiglio dei ministri per la revoca della scadenza e dell’applicazione di quei criteri. La notizia di poco fa che il consiglio dei ministri si è riunito urgentemente per adottare un decreto con il quale sono stati di fatto ripristinati i vecchi parametri, che restano comunque incostituzionali in Sardegna, è un fatto che dimostra come questo governo operi al buio e sia costretto a coprire le falle che apre solo all’ultimo momento.
In tutta Italia dovrebbero essere 3.546 i comuni totalmente esenti e 655 parzialmente esenti. In Sardegna dovrebbero essere esclusi la maggior parte dei comuni”.

“Il consiglio dei ministri ha varato all’ultimo minuto un decreto legge sulla revisione dei criteri per l`Imu sui terreni agricoli relativi al 2014 – continua Pili -, ripristinando  l`applicazione dei criteri di montanità elaborati dall`Istat. Il termine di pagamento per chi non rientra nei parametri di esenzione è posticipato al 10 febbraio. Questo ci permetterà di esaminare nel dettaglio il provvedimento e valutarne in pieno le ricadute. Non appena sarà disponibile il decreto valuteremo nel dettaglio, ma è evidente che dovrà essere impugnato per chiedere la totale esclusione della Sardegna da questo balzello di stato, visto che si tratta di una tassa incostituzionale sotto molteplici profili. E su questo proseguirà la mobilitazione”.

Annunci

2 pensieri su “Fisco: Pili (Unidos) governo di incapaci costretto a revoca Imu agricolo dopo rivolta campagne

  1. L’Imu bisognerebbe cominciare col farla pagare ai nostri cari palazzinari, imbottiti di palazzine abbandonate. Loro hanno l’esenzione – concessa fin da subito dal caro Mario Monti. Gli agricoltori invece no. E’ lo specchio del paese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...