Coldiretti: Cervi animali dannosi e pericolosi, servono soldi per danni agli agricoltori

Cagliari, 14 ott. 2014 – “Un questione troppo spesso presa sottogamba ma che rappresenta per le aziende agricole una calamità perché sono sempre più frequenti i casi in cui si ritrovano ad assistere inermi alle scorribande di cinghiali, cervi e cornacchie, solo per citare alcuni esempi e che devastano e pregiudicano il lavoro dei campi dal Sarrabus all’Arburese ed oramai in tutta la Sardegna”. Lo afferma il presidente di Coldiretti Cagliari Efisio Perra in merito ai danni provocati dagli animali selvatici alle colture.“Ma non sottovaluterei – dice il Presidente – l’incolumità dei cittadini come ci dimostrano gli episodi dei giorni scorsi tra cui quello che ha visto coinvolto un giovane medico incornato da un cervo”.

“E’ giunto il momento di agire concretamente – continua Efisio Perra –. Come organizzazione insistiamo per la convocazione di un tavolo da parte della Giunta regionale in cui si dia vita ad un coordinamento tra le associazioni agricole, gli assessorati regionali all’Agricoltura e all’Ambiente e i diversi enti competenti in cui affrontare il problema sia per l’immediato che per il lungo termine”.  Le proposte di Coldiretti: “Per l’immediato reputiamo indispensabile “un equo ristoro per le imprese che hanno subito danni che purtroppo non si limita alle sole colture ma si allarga sempre di più anche agli strumenti di difesa passiva posti in essere dalle imprese: cannoni sonori, gabbie e reti elettrificate”.

Per il lungo termine “proponiamo azioni più efficaci per il controllo delle popolazioni degli animali dannosi. Inoltre – ricorda Vito Tizzano Direttore di Coldiretti Cagliari – le recenti modifiche alla normativa comunitaria rendono finalmente compatibili con il mercato interno Europeo ulteriori percorsi quali le assicurazioni agevolate, per le quali è possibile ricorrere ai fondi della PAC per il periodo 2014-2020, e gli stessi interventi di indennizzo”. Foto per gentile concessione di Simonetta Congia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...