Difesa: Pili (Unodos), blitz Pinotti a Capo Teulada è la conferma servilismo del governo a servitù militari

maialetti e missili Pinotti

Cagliari, 18 ago. 2014 –  “La visita segreta del ministro della Difesa Roberta Pinotti di oggi a Teulada (Ca) è la conferma di un governo senza dignità e senza pudore. Quando un ministro di Stato sceglie la settimana di ferragosto per visitare una base militare vietata a tutti, d’inverno e d’estate,  vuol dire che siamo al capolinea”. Lo ha detto il deputato di Unidos Mauro Pili denunciando l’arrivo stamane, in gran segreto del ministro della Difesa Roberta Pinotti, alla base militare di Teulada. Il deputato di Unidos ha anche annunciato che il Ministro, giunto stamane verso le 10 a Teulada si tratterà a pranzo nello stabilimento balneare militare di Porto Tramatzu dove ha trovato il picchetto schierato. A Teulada “si registra uno schieramento imponente di forze dell’ordine con autoblindo giunti alla caserma dei carabinieri con tutti i vertici provenienti da Cagliari e Carbonia”.

“Questo ministro, governato dai vertici militari al servizio delle industrie belliche – dice Pili -, giunge a Teulada, con la segretezza di un furto. Nessun annuncio per una visita che sa tanto di complicità e di vergognosa sottomissione al suo sottosegretario, il generale Domenico Rossi, che di quella base era stato il comandante. Cosa sia venuta a fare il ministro non lo ha detto certamente in un comunicato stampa. Ma è certo che è venuta a concertare a suon di maialetti e buon vino la strategia per difendere i soprusi di Stato verso la Sardegna e i sardi. Questa Pinotti è una spregiudicata servitrice del potere militare e non guarda in faccia a nessuno. Se ne frega di essere in una regione a Statuto Speciale, ignora il Presidente della Regione, inutile e inesistente, e incontra direttamente i militari”.

Pili afferma che la zona circostante la  base “è presidiata da uno schieramento di militari e forze dell’ordine proprio a testimonianza della visita tenuta nascosta. Quando un Ministro si muove con questo silenzio furtivo vuol dire che è pienamente consapevole dell’inganno che lo Stato sta compiendo ai danni della Sardegna e dei sardi. La presenza di Pinotti alla base di Teulada è un’offesa ulteriore del governo Renzi al Popolo Sardo”.

“E’ un ministro senza pudore – ha proseguito Pili – che non si confronta in alcun modo con la Regione e che persegue senza ritegno l’esproprio di una porzione di 35.000 di territorio sardo per le più violente e devastanti esercitazioni militari finalizzate a soddisfare le industrie belliche. Siamo dinanzi a chi pensa di poter fare della Sardegna quello che vuole, comprese leggi ad hoc per inquinare e non bonificare. E’ un fatto grave – prosegue l’ex presidente della Regione sarda, Pili – perché la scelta di festeggiare l’estate a suon di maialetti a Teulada è la conferma di quanto questi ministri considerino la Sardegna una colonia di Stato. Sappia il Ministro che questa ulteriore provocazione sarà rispedita al mittente. Se la Pinotti pensa di dispensare pacche sulle spalle a qualcuno che si vende al miglior offerente si sbaglia di grosso, troverà in Sardegna un’opposizione decisa e determinata e già dalle prossime ore reagiremo a questa vergognosa abbuffata di Stato a suon di maialetti e missili”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...