Sanità: Pinna (Pd), bene giunta regionale per 68,5 mln per ospedale San Gavino

rossella pinna

Cagliari, 12 ago. 2014 – “Esprimo viva soddisfazione  per  la decisione assunta dalla giunta  regionale  nella delibera del 7 agosto  u.s.  che ha approvato  il piano  relativo all’edilizia sanitaria. Tra  gli interventi previsti  lo stanziamento di 68,5 milioni di euro per la  realizzazione ex novo dell’ospedale  di San Gavino, considerato tassello strategico della sanità isolana e inserito a pieno titolo  nella nuova programmazione regionale.  Si tratta di una risposta  concreta  verso un territorio che da anni  chiede unitariamente  la realizzazione di  una  struttura ospedaliera moderna e adeguata agli standards di sicurezza e di efficienza.I tempi stretti per la realizzazione  dell’opera pubblica ci fanno ben sperare  in una rapida e reale attuazione della volontà politica del governo  regionale che dovrà recuperare il ritardo degli ultimi 5 anni e superare il blocco imposto dalla giunta precedente”. LO afferma il consigliere regionale del Pd Rossella Pinna.

“La giunta regionale – spiega la Pinna – ha recepito la forte richiesta sociale del territorio, delle  amministrazioni locali, della provincia, dei sindacati, della Asl, dei comitati,  dei cittadini che chiedevano una dotazione di servizi sanitari adeguata. Non mi  sorprendono , invece, a le dichiarazioni riportate dalla stampa odierna, da parte del noto esponente  dei Riformatori sardi, dott. Franco Meloni, che si schiera apertamente contro la realizzazione  dell’ospedale di San Gavino. Ancora una volta da parte di alcune lobby, emergono logiche Cagliaricentriche  e  visioni  politiche miopi che offendono la sensibilità di tante comunità  e di tanti cittadini.   Solo chi  finge di non conoscere la variegata articolazione del Medio Campidano può affermare che i nostri comuni distano  appena 20 minuti da Cagliari.  A parte le evidenti carenze di informazioni, mi chiedo se  sia umanamente concepibile  pensare di sottoporre ad estenuanti migrazioni verso Cagliari, i  pazienti con patologie  gravi, in trattamento  chemioterapico, in emodialisi, o i tanti anziani che si rivolgono al nosocomio di San Gavino per gli interventi protesici”.

San Gavino rendering

“Inutile dire che –continua il consigliere del Pd – è assolutamente fuori luogo, parlare di spreco di denaro davanti alla possibilità di salvare tante  vite umane. Lo sanno bene le oltre 100 persone colpite da infarto ogni anno che si rivolgono all’ospedale Nostra Signora di Bonaria,  per i quali anche un minuto è determinante o le oltre 17.000 persone che accedono al Pronto Soccorso. Il Medio Campidano  con  i suoi zero posti letto per  post acuti e 178 posti letto per acuti, risulta nettamente al di  sotto degli standard nazionali che prevedono invece  ben 370 posti letto. Potenziare i servizi sanitari e recuperare il deficit di servizi per la salute nel  Medio Campidano , è un obbiettivo  qualificante per la sanità regionale, parte importante dei programmi dei governi di centro sinistra, da Soru a Pigliaru”. 

“Invito il presidente Pigliaru e l’assessore Arru ad andare avanti con determinazione e celerità – conclude Rossella Pinna -:  l’isola ha bisogno di risposte concrete e veloci e di garanzie di pari opportunità. La  imboccata a mio avviso è quella giusta, ora pensiamo ai centri di riabilitazione di Guspini e Villamar”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...