Edilizia: Cna Sardegna, appalti stagnanti nel primo trimestre 2014 per soli 253 mln

Comuni principali committenti con 185 bandi

impresa

Cagliari, 7 giu. – (Adnkronos) – Nonostante la ripresa del mercato edilizio sia ancorata ad una crescita degli appalti pubblici, in Sardegna i bandi per le opere pubbliche continuano, seppure lentamente, a calare. Nel primo trimestre 2014 il mercato complessivo delle Opere Pubbliche è stato di 262 bandi del valore di 253 milioni di euro (236 gare di importo noto). Rispetto allo stesso trimestre del 2013 il bilancio è sostanzialmente stazionario, con un leggero calo del numero di gare: da 270 a 262, per un valore economico inferiore di appena lo 0,2%. Gli ultimi dati sugli appalti in Sardegna sono stati resi noti dal Centro studi della Cna regionale.

“Rispetto all’ultimo trimestre del 2013 si contano circa 90 gare in meno, ma con un importo complessivo cresciuto leggermente da 250 a 253 milioni”, spiegano Francesco Porcu e Mauro Zanda, rispettivamente segretario regionale della Cna sarda e presidente della Cna Costruzioni. “Si tratta di un risultato ancora modesto che rispecchia una domanda debole confermata anche dalla riduzione generale dei contratti siglati” dicono Porcu e Zanda.

I Comuni rimangono i principali committenti degli appalti, con 185 interventi del valore di 53 milioni. Valori in calo per numero, ma in crescita per importo rispetto allo stesso trimestre del 2013: -15% il numero (da 217 gare a 185); +26% l’importo (da 42 milioni a 53 milioni). L’incidenza delle gare comunali sul complesso delle Opere Pubbliche è del 71% per numero (era dell’80% un anno prima) e del 21% per volume d’affari (era del 17% nel 2013).

Tra gli altri committenti si distinguono soprattutto le Aziende speciali (20 gare per 128 milioni) con in primo piano la gara, divisa in 5 lotti, indetta da Abbanoa Spa per la conduzione, sorveglianza, controllo e manutenzione degli impianti di trattamento delle acque reflue degli impianti di sollevamento fognari e la conservazione, adeguamento e miglioramento del patrimonio impiantistico del valore complessivo oltre di 109 milioni. La ricerca della Cna sarda attesta inoltre una forte crescita del valore delle gare indette dai gestori della rete stradale: da una gara del valore di circa 3 milioni del primo trimestre del 2013, a 7 gare del valore di circa 16 milioni dei primi tre mesi del 2014. Da segnalare inoltre la gara promossa dall’Autorità Portuale di Olbia, Golfo Aranci e Porto Torres per la progettazione definitiva ed esecutiva sulla base del progetto preliminare e per la realizzazione dei lavori per il prolungamento dell’antemurale di ponente e della resecazione della banchina Alti Fondali del porto civico di Porto Torres, del valore di oltre 31 milioni di euro.

Quanto alla distinzione provinciale, per numero di gare si distingue il territorio della provincia di Cagliari con 74 iniziative (pari ad una quota del 28%), mentre il maggior volume di affari interessa la provincia di Sassari con circa 52 milioni (20% del totale degli importi regionali), di cui circa 32 da ricondurre alla gara indetta dall’Autorità Portuale di Olbia, Golfo Aranci e Porto Torres di Olbia. Da segnalare, inoltre, le 7 gare del valore di oltre 110 milioni di euro che riguardano tutto il territorio regionale, tra le quali spicca la gara, divisa in 5 lotti, indetta da Abbanoa Spa del valore complessivo di oltre 109 milioni.

Quanto all’entità, prevalgono nettamente le gare per interventi di importo inferiore a 5 milioni di euro: 226 gare su 236 totali di importo noto. Tra queste la quota maggiore spetta alle gare per piccole opere fino a 150mila euro: 122 gare pari al 52% della domanda complessiva. Le gare per interventi medio-grandi di importo superiore a 5 milioni di euro, sono state 10, e tra queste nessuna supera la soglia dei 50 milioni di euro (una sola gara nello stesso trimestre del 2013). Nel primo trimestre 2014 ci sono state infine 178 aggiudicazioni del valore di 164 milioni di euro (126 contratti di importo noto). Rispetto allo stesso trimestre del 2013 i contratti firmati registrano un calo del 3% per numero (da 184 aggiudicazioni a 178), e del 13% per valore (da 189 a 164 milioni, di cui 101 riferiti all’aggiudicazione degli undici lotti della gara indetta da Abbanoa Spa per l’affidamento dei lavori di manutenzione a guasto o programmati, esecuzione nuovi allacci, idrici e fognari, servizio di pulizia periodica delle reti fognarie). Cresce infine il valore medio dei ribassi: 22,2% contro 21,3% del trimestre gennaio-marzo 2013, a testimonianza di una competizione che diventa sempre più spinta e penalizzante per le imprese sarde.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...