Sassari: furti e rapine ai danni di un anziano, due arresti e un obbligo di dimora

serra danieleSassari, 3 giu. 2014 – Gli agenti della Squadra Mobile della questura di Sassari hanno arrestato Daniele Serra (foto in alto), ventottenne di Florinas (Ss) con vari precedenti di polizia e Luciano Antonio Pasqualone (foto in basso), ventisettenne sassarese, pregiudicato. Le indagini, coordinate dal capo della mobile sassarese Bibiana Pala, sono state avviate dopo due aggressioni a scopo di rapina verificatesi i città il 26 ed il 31 maggio dell’anno scorso nel quartiere Sant’Orsola dove un anziano, solo in casa ed affetto da gravi problemi di salute era stato oggetto di attenzione da parte dei due. Nel corso delle indagini è stato accertato che Serra lavorava saltuariamente in casa della vittima e che, per tali ragioni, frequentava l’abitazione insieme a Michela Masia, ventunenne di Ossi, sua compagna convivente.

PASQUALONE Luciano AntonioI poliziotti hanno accertato che la Masia e Serra hanno svolto il ruolo di basisti ed istigatori di Pasqualone che, per ben due volte, si è presentato nell’abitazione dell’anziano, in ore serali, aggredendola con estrema violenza, approfittando delle sue condizioni di inferiorità fisica. Il primo tentativo andò a vuoto, ma il secondo ha consentito al terzetto di impossessarsi di alcune centinaia di euro. Nel corso dei rilievi eseguiti in casa dell’uomo dalla Polizia Scientifica, sono state trovate delle impronte digitali di Serra nella camera da letto, luogo al quale non avrebbe dovuto avere accesso per espresso divieto dello stesso proprietario. Un rilievo ha consentito agli investigatori di attribuire al giovane anche un precedente furto consumato in casa del pensionato, sempre approfittando del rapporto fiduciario che l’uomo aveva instaurato con lui e la fidanzata.

Il Gip Antonio Pietro Spanu quindi, accogliendo le richieste del pm e d’accordo sulle indagini dei poliziotti, oltre alla custodia cautelare in carcere a carico dei due uomini ha ritenuto opportuno sottoporre anche la Masia, alla misura cautelare dell’obbligo di dimora.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...