Droga: Nuoro, blitz dei carabinieri in ovile a Loculi, trovati 50 kg di marijuana e 124mila euro in contanti

carabinieri autoradio

Nuoro, 25 giu. 2014 –  I carabinieri della compagnia di Siniscola (Nu) tenevano sotto controllo un pregiudicato di Loculi, e ieri, insieme ai colleghi dello Squadrone “Cacciatori di Sardegna”, hanno interrotto un summit per la compravendita di marijuana, arrestando cinque persone per detenzione illecita e spaccio di ingenti quantità di sostanze stupefacenti. L’indagine è iniziata nel 2009 quando, durante una perquisizione in casa di Giovanni Mercurio, pregiudicato di Loculi (Nu) di 50 anni, i carabinieri avevano trovato, interrati nel giardino di casa, 267 mila euro in contanti, sequestrati perché Mercurio non era riuscito a spiegarne la provenienza. Da allora l’uomo è stato controllato, fino a quando, alcune settimane fa, sono stati notati dai militari alcuni strani movimenti nella sua azienda agricola.

I carabinieri, al comando del capitano Andrea Senes, sono quindi intervenuti arrestando i cinque trafficanti e trovando i 50 kg di marijuana e di un campione di eroina, definito come “assaggio”. L’ingente quantitativo di droga è stato trasportato con un camper e una macchina che fungeva da “staffetta” da Giuseppe Arena, 37enne di Arosio (Co) e Silvio Palmeri, pregiudicato 42enne di Limbiate (Mb). I due, una volta giunti sull’isola, nei pressi di un’area di servizio sulla SS131 si sono separati. Palmeri e’ rimasto nell’area di servizio in attesa mentre Arena, a bordo del camper carico di marijuana, si e’ recato nell’azienda di Mercurio dove ad attenderlo c’erano lo stesso Mercurio, assieme a Roberto Mura, pregiudicato 29enne di Loculi e Matteo Pinna, pregiudicato 42enne di Samassi.

In pochi secondi i carabinieri hanno sorpreso i quattro, mentre Palmeri è stato fermato nell’area di servizio. La perquisizione dell’azienda ha permesso il rinvenimento, inoltre, di quasi 124.000 euro in contanti nascosto in un pozzetto che, secondo i carabinieri, Mercurio avrebbe utilizzato per l’acquisto della partita di stupefacente. I cinque sono stati portati nel carcere di Nuoro con l’accusa di detenzione illecita e spaccio di ingenti quantità di sostanze stupefacenti.

Annunci

Droga: Nuoro, sorpresi dai carabinieri con 50 kg di marijuana e 124mila euro, 5 arresti

radiomobile posto blocco

Nuoro, 25 giu. 2014-  I carabinieri della compagnia di Siniscola (Nu) insieme ai colleghi dello Squadrone eliportato “Cacciatori di Sardegna”, in un ovile nell’agro di Loculi (Nu) , hanno arrestato cinque persone, responsabili di detenzione illecita e spaccio di ingenti quantità di sostanze stupefacenti. I cinque sono stati sorpresi dai carabinieri, coordinati dal capitano Andrea Senes, mentre erano intenti nella compravendita dello stupefacente, 50 kg di marijuana di ottima qualità, un piccolo quantitativo, definito dai militari un “assaggio”, di eroina e circa 124.000 euro, quale verosimile corrispettivo all’acquisto della partita. I dettagli dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà in mattinata al Comando provinciale dei carabinieri di Nuoro.

Nuoro: al via lavori ponte Oliena dopo alluvione novembre 2013 dove morì agente polizia

allagmenti 1

Nuoro, 24 giu. 2014 –  Sono state risolte le ultime difficoltà che impedivano l’inizio dei lavori per la ricostruzione del ponte di Oloè, in comune di Oliena (Nu), sulla provinciale per Dorgali, dove morì l’agente della squadra mobile di Nuoro, Luca Tanzi, impegnato nei soccorsi per l’alluvione del 19 novembre scorso. Sono infatti arrivate le autorizzazioni necessarie e già domani partiranno i partiranno i lavori. “Un’opera fondamentale per il territorio – ha dichiarato l’assessore all’ambiente del Comune di Oliena Valentino Carta – per la sua economia e per il suo turismo: riportare la normalità a come era prima del 18 novembre scorso, cioè a prima dell’alluvione,  è l’impegno che si era preso ad inizio dell’anno quando si è avuta la certezza, grazie al tavolo della ricostruzione istituito in provincia dal Presidente Roberto Deriu, che il Commissario Enrico Ciucci aveva risorse e mezzi adeguati.. Come Comune – ha concluso l’assessore Carta – abbiamo predisposto tutto per l’avvio dei lavori per la ricostruzione del ponte di Nurgheri che prenderanno avvio  non appena si avranno tutte le autorizzazioni”.

Sardegna: Ganau, Consiglio regionale convocato secondo regolamento, nessuna prevaricazione

cons reg

Cagliari, 24 giu. 2014 –  La seduta del Consiglio regionale della Sardegna del 27 giugno è stata convocata a seguito della richiesta di convocazione straordinaria ‘ex articolo’ 54 del Regolamento avanzata dai consiglieri presentatori delle mozioni inserite nell’ordine del giorno. “In questo caso, quindi,  non è prevista la consultazione della Conferenza dei capigruppo poiché la convocazione ex articolo 54 esula dalla programmazione ordinaria e la presidenza del Consiglio ha l’obbligo di dare seguito a una iniziativa di soggetti terzi”. Lo precisa il presidente del Consiglio regionale Gianfranco Ganau, in una lettera inviata questo pomeriggio  a tutti i capigruppo. “L’articolo 54 – si legge nella lettera inviata dal presidente Ganau –  impone al presidente del Consiglio, di fronte alla richiesta sottoscritta da un quarto dei componenti l’Assemblea, di provvedere immediatamente alla convocazione e la seduta deve tenersi nel rispetto dei termini regolamentari. Nessuna prevaricazione della minoranza, dunque, ma pieno rispetto del Regolamento”.

Olbia: Guardia costiera soccorre imbarcazione in avaria con donna incinta a bordo

cp_816 Capitaneria

Olbia, 24 giu. 2014 –  La Guardia Costiera di La Maddalena (Olbia Tempio) ha soccorso una donna all’ottavo mese di gravidanza su una barca che stava affndando. L’allarme è arrivato alle 13.10 e riferiva di una barca da diporto arenata vicino all’isola di Santo Stefano a causa di un repentino imbarco di acqua. A bordo, tre persone tra cui una donna incinta. Sul posto è intervenuto l’unità veloce Hurricane GC A70 della Guardia Costiera della Maddalena che si trovava nell’isola di Spargi. Le tre persone, nonostante non necessitassero di cure mediche, sono state recuperate presso la piccola spiaggia in cui si erano arenate e, considerata la presenza della donna in stato di gravidanza, immediatamente trasferite nel luogo della loro provenienza, a Cala Bitta.

Olbia: aveva un fucile e 12 detonatori, arrestato operaio

fucile

Olbia, 24 giu. 2014 –  I Carabinieri del comando provinciale di Sassari, dopo alcune perquisizioni in ovili, hanno arrestato in Fraz. Sa Serra di Padru (Olbia Tempio), Francesco Ono, 49 enne operaio forestale, per illecita detenzione di armi, munizioni ed esplosivi. I Carabinieri del Reparto Territoriale di Olbia coadiuvati da quelli dello Squadrone Cacciatori di Sardegna hanno trovato, nascosti in terreni nella disponibilità dell’uomo, un fucile cal. 12 con matricola abrasa (nella foto), numerose munizioni ed esplosivi consistenti in 10 spezzoni di gelatina, Miccia detonante e 12 detonatori in perfette condizioni. L’arresto è stato convalidato dal Gip del Tribunale di Sassari e l’uomo si trova ristretto nel carcere di Bancali.

Sardegna: Lai a Cappellacci, su riconoscimento insularità grazie per suggerimenti ma arriva tardi

silvio lai 2

Cagliari, 24 giu. 2014 –  “Ringraziamo del suggerimento Cappellacci, ma purtroppo per tutti noi, arriva in ritardo”. E’ la replica del segretario regionale del Pd Sardegna, Silvio Lai, alla richiesta dell’ex presidente della Regione, Ugo Cappellacci, che “suggerisce” alla Giunta regionale seguire il sindaco di Roma, Ignazio Marino, e chiedere al Governo “di compiere analoga valutazione” in merito al riconoscimento di 109 milioni di euro l’extracosto derivante dal ruolo di città capitale, “ma – dice Cappellacci – con riferimento alla condizione oggettiva di insularità” della Sardegna.

“Il tema dell’insularitá – dice Lai – é già stato posto dal presidente della Regione Pigliaru sia sul tavolo della nuova vertenza entrate che é sulla strada della chiusura, sia perché il governo, non sostenuto certamente dal partito dell’ex presidente, ha preso impegni precisi perché il tema sia posto nella pienezza delle problematiche sul tavolo del semestre europeo. Perché il tema dell’insularità – prosegue Lai – é uno di quei temi che se viene trattato in termini localistici rischia di essere buono per il lamento continuo piuttosto che per trovare riconoscimento e soluzione. La condizione insulare condiziona certamente l’economia locale sul piano delle connessioni, non sempre negativamente, ma solo per fare un esempio é un tema mondiale perché l’economia degli stati insulari é tra quelle più a rischio per i cambiamenti climatici già in corso.
“Quindi stia tranquillo Cappellacci – afferma il segretario regionale delPd – , i conti Pigliaru e la sua Giunta sono in grado di farli sull’insularità come sulle servitù militari e sta recuperando rapidamente il tempo perduto da chi per tre quarti del suo mandato ha accettato passivamente tutto quello che il governo ‘amico’ del Pdl gli ha fatto ingoiare. Mai e poi mai si è sognato di ‘urtare la sensibilità del Presidente del Consiglio’, mai e poi mai gli interessi del suo partito son venuti prima di quelli dei sardi. Eppure oggi Cappellacci sembra un uomo e un politico diverso da quello che abbiamo conosciuto. Rivendica, o meglio, chiede ad altri di rivendicare. Propone, o meglio, copia maldestramente le proposte di un Sindaco del Pd”. “Alza la voce, o meglio, sussurra richieste che la giunta Pigliaru ha già concretamente avanzato ottenendo pure le prime risposte dal governo. Che dire – conclude Lai – , ben trovato al nuovo Cappellacci, ben svegliato, nel frattempo mentre lui si riprendeva dal letargo pre e post sconfitta elettorale c’è qualcuno che finalmente ha iniziato a governare la Sardegna”.