Voci di Maggio: Sassari fa festa tra musica, cultura, tradizione e gastronomia

Roberto Vecchioni insieme agli Istentales per il loro nuovo album

ISTENTALES VECCHIONI

Sassari, 27 maggio 2014 -“Voci di Maggio non è solo musica, ma è tradizione e gastronomia…quella buona…quella sarda…quella DOC – racconta Gigi Sanna leader degli Istentales – . Vogliamo far rivivere nei cuori e nelle menti dei nostri compaesani il pranzo della domenica di festa, ma vogliamo soprattutto raccontarci a chi ci viene a trovare per conoscerci cosa è la Sardegna e iniziamo dall’arte, perché da noi il buon pasteggiare e un’arte e quando vien fatto a suon di musica diventa uno spettacolo. Così il 1° giugno ci sarà sagra del maialetto con ben 100 maialetti cotti a fuoco a legna allo spiedo e due vitelli. Non mancheranno le tipicià sassaresi: melinzana in furru, la ziminaca, il pane zichi, giogaminuda e le seadas. Ad arricchire Voci di Maggio saranno anche i prodotti di Campagna Amica della Coldiretti che a KM zero porteranno sui banchi esposti alla festa i prodotti agroalimentari sardi.

La città dei Candelieri, della Cavalcata Sarda e dell’Olio diventa la capitale isolana dello spettacolo. L’1 e il 2 giugno Sassari ospita l’edizione 2014 di “Voci di Maggio”, l’evento di musica, tradizione, moda e gastronomia di maggior richiamo in Sardegna. Una manifestazione, nata 14 anni fa a Nuoro grazie all’intuito dell’Associazione Culturale “Istentales”, che ha riunito negli anni gli artisti più rappresentativi del panorama artistico isolano e nazionale e che è poi diventata itinerante toccando i centri di Orosei e Olbia. Quella che per due giorni animerà Sassari sarà dunque una grande festa di popolo con migliaia di persone che affolleranno piazza Italia, cuore pulsante e salotto buono della città, oltre ai luoghi più rappresentativi del centro come l’Emiciclo Garibaldi, piazza Fiume, il Mercato Civico e piazza Azuni, in un ampio circuito di attrattive ed eventi nel quale troveranno spazio anche commercianti e artigiani, Pro Loco regionali e agricoltori: ovvero il cuore pulsante della Sardegna in tutte le sue possibili articolazioni.

L’apertura ufficiale della manifestazione è fissata per le 10 di domenica 1 Giugno al Teatro Civico, con l’evento “Sogni ad occhi aperti, tra musica & parole”, nel quale gli Istentales presenteranno in anteprima nazionale il nuovo lavoro discografico realizzato insieme a Roberto Vecchioni. La presentazione avverrà insieme ai cantautori Eugenio Finardi e Tullio de Piscopo.

In concomitanza è prevista una degustazione di piatti tipici a cura dell’Associazione cuochi Sassari, mentre l’Emiciclo Garibaldi sarà il teatro dell’Esposizione dei trattori e dei Mercati di Campagna Amica e in piazza Italia la Pro Loco di Aglientu si occuperà della Sagra dell’Agnello. Ricco anche il programma del pomeriggio con la Gara di tosatura, le vie del Pane a cura della Pro Loco di Sassari, la degustazione di un piatto tipico della città come la Ziminata e ancora la Sagra dei maialetto curata dalla Pro Loco di Nughedu San Nicolò. A partire dalle 20, prenderà il via il grande concerto “Voci di Maggio”, presentato da Giuliano Marongiu: sul palco di piazza Italia si alterneranno, tra gli altri, Eugenio Finardi, Tullio De Piscopo, Paola Turci, gli Istentales, Alberto Bertoli, il Coro di Usini, il Coro “Su Nugoresu”, il coro Amici del Folklore e Boes e Merdules Ottana.

Appena il tempo di ricaricare le batterie, ed ecco che la giornata del 2 giugno si aprirà con il convegno “La canzone sassarese” e la presentazione del libro “La canzone identitaria sassarese” di G. Ruggiu al Teatro Civico. Successivamente, dopo la Prova pratica di protezione civile in piazza d’Italia, sarà la volta della degustazione delle ciliegie a cura della Pro Loco di Bonannaro e del prosciutto ogliastrino (Pro Loco di Talana). Dall’ora di pranzo in poi la città di Sassari diventerà la grande protagonista della manifestazione, con il pranzo a base di piatti tipici preparati dall’Associazione cuochi Sassaresi, il concerto pomeridiano degli artisti della tradizione musicale locale e ancora la Sagra delle tipicità sassaresi prevista in serata. A chiudere la due giorni di festa sarà la sfilata “Moda di Maggio” con le creazioni dei migliori stilisti isolani, seguita dal concerto di Antonella Ruggiero, Maria Luisa Congiu e Manuela Dessì. Per tutti e due i giorni della manifestazione, la Fiera dell’Artigianato, dell’Agroalimentare e degli Antichi Mestieri animerà le principali vie e piazze del centro di Sassari. La seconda città della Sardegna, luogo che da sempre ospita e promuove la cultura in tutte le sue forme, sarà il teatro ideale dell’edizione 2014 di “Voci di Maggio”, che anche quest’anno richiamerà migliaia di spettatori in un irresistibile fine settimana all’insegna dello spettacolo.

Gli Istentales e Roberto Vecchioni

Le amicizie nascono per caso, come certe mattine di sole che arrivano all’improvviso. La musica è complice, ma è l’affinità d’animo che sancisce l’accordo. Roberto Vecchioni, il poeta della musica italiana e Gigi Sanna, il cantante che respira la Sardegna nelle sue canzoni, insieme al gruppo degli Istentales, di cui è il leader. I due si incontrano sul palco di Voci di Maggio a Nuoro, l’evento che la formazione sarda organizza da 14 edizioni. E’ subito intesa. Si guardano, e le parole che arrivano poi sono solo la conferma che il vissuto di entrambi può diventare un trasferimento di idee e sensazioni. Nel nuovo disco degli Istentales c’è una canzone scritta a quattro mani dai due artisti, sotto la quercia secolare che protegge l’ombra di Baddemanna, nella periferia barbaricina della città che ha dato i natali a Grazia Deledda. E’ il risultato di notti trascorse a parlare, a condividere un bicchiere, nello scambio di confidenze che non si sveleranno mai. “Il testamento del poeta” è un regalo alla musica, al bello che una canzone porta con se, al messaggio di speranza, all’anima che intercetta la vita e la racconta in versi e pensieri. Il cd degli Istentales ha per titolo “Sogni ad occhi aperti” e nelle tracce che misurano la profondità dell’esistente, in un momento difficile come quello che tutti stanno vivendo, c’è l’apertura ad un possibile futuro fatto ancora di sogni e di domani. Il cantautore milanese e la band di Nuoro hanno attraversato insieme gli ultimi due anni, con intensi concerti e una collaborazione che non si esaurisce nell’ultimo disco prodotto in Sardegna. Come la musica. Che ha sempre un risvolto nuovo da raccontare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...