Sardegna: 7,5 mln in più per il settore ovi-caprino da nuova Pac 2014-2020

pecore sardegnaRoma, 27 mag. 2014 –  Circa 7 milioni e mezzo in più all’anno per gli allevamenti ovi-caprini sardi. Questo è il risultato della riunione decisiva della Conferenza Stato-Regioni che si è svolta oggi a Roma, a cui ha partecipato l’assessore dell’Agricoltura della Regione Sardegna, Elisabetta Falchi, sull’attuazione della nuova Pac per i prossimi sette anni. I finanziamenti per l’ovi-caprino si aggiungono all’aumento complessivo di 160 milioni per 5 anni dei contributi comunitari all’agricoltura sarda.  “L’incontro di oggi è stato fondamentale per la configurazione della Politica Comune Agricola così come verrà applicata in Italia, e quindi in Sardegna, nei prossimi anni”, ha commentato l’assessore Falchi.

L’assessore è riuscita ad ottenere l’inserimento nel Piano Zootecnico del settore ovi-caprino, assicurando in questo modo agli allevatori sardi di poter godere dei premi per il sostegno alle produzioni di qualità e ai miglioramenti genetici. In particolare è stata prevista una Misura destinata ai premi per il settore “Zootecnia ovi-caprina”, con un plafond complessivo di 15 milioni di euro. Le risorse sono destinate al “Premio ovini”, per 9,5 milioni di euro, finalizzato a ridurre i rischi sanitari derivanti dalla diffusione delle scrapie attraverso un apposito piano di selezione; di questi circa 2,5-3 milioni sono destinati alla Sardegna e al “Premio agnello capi ovi-caprini IGP”(5,5 milioni di euro) concesso agli allevatori che certificano capi idonei alla macellazione come IGP. Il 90 per cento degli agnelli Igp sono sardi e quindi circa 5 milioni di euro sono destinati agli allevamenti nell’isola.

Un altro risultato di rilievo riguarda il “Piano Seminativi” e in particolare la Misura “Premio colture proteiche” relativa alla produzione di leguminose da granella, che prevede per le aziende del sud Italia un plafond complessivo di 53,7 milioni di euro, oltre all’aiuto per la coltura del frumento duro. L’assessore Falchi ha annunciato che entro il mese di giugno intende convocare una riunione operativa degli Stati generali dell’agricoltura sarda per esaminare lo scenario della PAC 2014/2020 così come è stato definito e concordare il piano delle iniziative da attivare per affrontare in modo competitivo il prossimo futuro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...