Meridiana: sindacati usano toni offensivi e argomenti che travisano realtà = Ma disponibili ancora al dialogo

aereo meridianaOlbia, 21 mag. 2014 – “Meridiana riscontra con rammarico alcuni comunicati pubblicati dalle organizzazioni sindacali in questi giorni, che con toni spesso offensivi e argomenti falsi o erronei cercano in ogni modo di negare la realtà”. E’ quanto si legge in una nota del vettore aereo in merito alle notizia sugli scioperi del personale di volo. La compagnia spiega che “opera in un settore intensamente competitivo, nel quale rappresenta uno fra i tanti attori presenti e, solo l’allineamento alle migliori compagnie del settore e il ritorno all’equilibrio economico, potrà garantirne il futuro. D’altra parte, come formalmente riconosciuto dalle stesse organizzazioni sindacali, l’attuale livello di attività non è in grado di mantenere i livelli occupazionali del passato – si ricorda, ulteriormente incrementatisi a seguito di centinaia di reintegri di personale che, nel decennio precedente, aveva lavorato in azienda a tempo determinato, talora solo per periodi brevissimi”.

Meridiana sostiene che “negare questo stato dei fatti può servire a fornire illusioni, ma non certo a fare gli interessi dei lavoratori, figurando semmai come funzionale al mantenimento di posizioni di privilegio ormai fuori dal tempo e che, né questa Azienda, né il Paese, sono più in grado di sostenere. Purtroppo, né il management, né l’Azionista – che da sempre sostiene l’Azienda e che nonostante tutto figura ora quale obiettivo dell’attacco da parte di individui evidentemente privi del senso della misura, talvolta gli stessi che hanno messo a repentaglio il mantenimento degli ammortizzatori sociali per i loro colleghi – possono prescindere questa realtà”.

“Si assiste pertanto attoniti a ripetuti comportamenti manifestamente ostili – prosegue l’Azienda -, che non si limitano certo all’esercizio del diritto di sciopero, ma sfociano in atti di ostruzionismo e che hanno già provocato danni gravissimi, tra i quali la definitiva messa a terra di un aeromobile A330, la cui attività era già stata commercializzata. Come più volte affermato, l’attacco continuo ad Air Italy appare del tutto contraddittorio da parte di chi sostiene che occorre difendere i posti di lavoro, quando oggi proprio Air Italy rappresenta un’opportunità di sviluppo occupazionale per il Gruppo”. L’azienda, infine, “si conferma ancora una volta pienamente disponibile ad individuare, con le organizzazioni sindacali che vogliano discuterne in modo costruttivo, tutti i possibili ammortizzatori sociali tra gli strumenti resi disponibili per il settore del trasporto aereo dal governo centrale e regionale”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...