Alluvione: Cappellacci, sospensione tributi prima risposta a richieste Sardegna

allagmenti 2OLBIA, 30 NOVEMBRE 2013- “La sospensione dei tributi nei comuni colpiti dall’alluvione é una prima, parziale, risposta alle nostre richieste ed un atto dovuto da parte del Governo verso quelle comunità che oggi versano in uno stato di difficoltà “. Lo ha dichiarato il presidente Cappellacci, in seguito al decreto firmato oggi dal ministro Saccomanni. “Auspichiamo – ha aggiunto il presidente-che sia l’inizio di un’inversione di tendenza e che si proceda celermente a mantenere altresi’ gli impegni sulla modifica dell’articolo 10 dello Statuto per consentire alla Regione di dare continuità alla riduzione del 70% dell’IRAP e ad altre azioni per alleviare il peso fiscale che grava sulle spalle delle imprese. La Regione – ha aggiunto Cappellacci- ribadisce la necessità di intervenire immediatamente sul patto di stabilità per sbloccare risorse che devono essere disponibili subito sia per affrontare l’emergenza sia per gli interventi necessari ad evitarla in futuro. Occorrono procedure straordinarie – ha concluso Cappellacci- per affrontare l’immediato e per accompagnare le nostre comunità lungo tutto il percorso di uscita dall’emergenza”.

Alluvione: Nuoro,chiusura della galleria di Mughina-Su Nuraghe

galleria nuoroNuoro, 30 nov. 2013 – A seguito dell’avviso di allerta ‘rischio idrogeologico criticità moderata’ diramato dalla Protezione Civile regionale il sindaco Alessandro Bianchi ha ordinato la chiusura della galleria di Mughina-Su Nuraghe dalle ore 12.00 di domani, domenica 1 dicembre. La galleria rimarrà chiusa sino a nuova disposizione. Gli aggiornamenti sulla situazione della viabilità e le raccomandazioni per gli automobilisti saranno pubblicate sul sito internet del Comune www.comune.nuoro.it e nella pagina facebook del servizio protezione civile del Comune

Alluvione, nuova allerta meteo con pericolo

allagmenti 1Cagliari, 30 novembre 2013 – Il nuovo allerta meteo di criticità moderata da domani e per le prossime 24-36 ore, è stato pubblicato sul sito regionale della Protezione Civile e si conclude con l’invito  del Commissario delegato per l’emergenza, Giorgio Cicalò,  a prestare “particolare attenzione nei territori già vulnerati in occasione degli eventi del 18-19 novembre 2013”.

In queste zone e in quelle dei bacini Flumendosa-Flumineddu sono previste precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, in particolare sulle zone orientali. I fenomeni daranno luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività  elettrica e forti raffiche di vento.

La nota raccomanda al Corpo forestale e di vigilanza ambientale (Cfva) e all’Ente Foreste di  di attivare il personale reperibile e i rispettivi Servizi Territoriali e Provinciali e di segnalare l’avviso alle proprie strutture periferiche ai fini di provvedere al monitoraggio e alla sorveglianza del territorio. Il Corpo forestale avvierà il monitoraggio osservativo dei livelli idrici dei corsi d’acqua interessati dalla criticità e delle aree di pericolosità di frana e provvederà, inoltre, ad offrire supporto alle autorità locali di protezione civile per episodi circoscritti che non possano essere affrontati con mezzi

ordinari. L’Ente Foreste si raccorderà con la D.G. di Protezione Civile per l’eventuale supporto alle Autorità di protezione civile locali e fornirà al CFVA notizie sui territori amministrati dal medesimo Ente, supportando le attività di monitoraggio di competenza del CFVA. I Presidi Territoriali  sono invitati a segnalare tempestivamente alla Sala Operativa Regionale

Integrata qualsiasi elemento di evoluzione o regressione dei fenomeni meteorologici in atto ed eventuali criticità riscontrate nei territori di competenza. L’avviso raccomanda alle Province di verificare la piena operatività delle associazioni di volontariato e la disponibilità di uomini e mezzi per garantire gli interventi di propria competenza.

Ai Sindaci dei Comuni interessati si raccomanda di attivare le procedure e le misure di competenza finalizzate alla tutela della incolumità pubblica anche comunicando alla popolazione a rischio le predefinite misure di autoprotezione da mettere in atto. Si raccomanda inoltre di attivare le ulteriori procedure previste nei piani Comunali di protezione Civile.

All’ARPAS si chiede di attivare un presidio h 24, tramite il Dipartimento Specialistico Regionale IdroMeteoClimatico, per tutta la durata temporale dell’Avviso.

Sardegna: controlli Gdf in ambito demanio marittimo per versamento tributi locali IMU/ICI TARSU/TIA

Cagliari, 30 nov. 2013 – (12:55) – Si è conclusa in questi giorni un’articolata attività operativa nei confronti di decine di titolari di concessioni demaniali marittime, in materia di evasione della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani (TARSU/TIA) e dell’imposta comunale sugli immobili (ICI/IMU). Nel nord Sardegna i finanzieri della Sezione Operativa Navale di Alghero hanno eseguito i controlli fiscali a nove attività commerciali ricadenti nei comuni di Alghero e Stintino. Sono emerse diverse irregolarità relativamente al pagamento dei tributi locali. Molte aziende non hanno mai versato alcun tributo o hanno versato tributi irrisori in relazione alle dimensioni della concessione demaniale.
Gli Uffici Tributi dei Comuni di Alghero e Stintino stanno procedendo in questi giorni all’emissione delle cartelle esattoriali, riconducibili alle ultime cinque annualità (oggetto del rilievo della Guardia di Finanza) alle quali andranno a sommarsi le previste sanzioni ed interessi.
I controlli effettuati nel sud Sardegna nei comuni di Cagliari, Quartu S. Elena e Pula hanno, invece, portato all’individuazione di ben otto attività commerciali inadempienti. Le irregolarità riscontrate sono state le stesse: versamento parziale o irregolare dei tributi o addirittura mancato versamento.
Nei comuni di S. Antioco, Calasetta, Carloforte e Portoscuso, quattro attività su quattro non hanno versato alcun tributo locale o versato solo una parte in misura difforme alle dimensioni della concessione.
L’omesso versamento dei tributi locali da parte dei soggetti controllati ha comportato, fino ad oggi, un’evidente perdita per le casse dei Comuni interessati i quali sono spesso costretti ad effettuare una sorta di spalmatura della TARSU sui cittadini residenti, atteso che i servizi per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti urbani (ivi compresi quelli prodotti sulle spiagge e nei porti) devono avere, per l’appunto, la copertura economica garantita da tale tassa. Anche i controlli negli anni precedenti hanno fatto emergere un’evasione totale nei pagamenti dei tributi locali da parte dei titolari di concessioni demaniali.
“Negli ultimi anni – conclude il Colonnello Camillo Passalacqua – abbiamo rilevato un’altissima percentuale di irregolarità nel pagamento dei tributi locali, con situazioni ancora da regolarizzare da parte degli Enti preposti al recupero dei tributi, ovvero che vengono prese in considerazione con estrema lentezza. Tutto ciò, ovviamente, a svantaggio dei cittadini onesti che hanno pagato e continuano a pagare anche per gli evasori.

Droga: Tempio Pausania, sorpresi con 1,2 kg di marijuana, 700 gr. di hashish e cocaina, due arresti

carabinieri repertorio Tempio Pausania, 29 nov. 2013 (10:33) – OperazIone antidroga dei Carabinieri della compagnia di Tempio Pausania Luras che hanno arrestato due incensurati per spaccio di sostanze stupefacenti. Si tratta di C. P., 30enne, e T. A., 43enne, sorpresi mentre si scambiavano della droga vicino l’abitazione di uno dei due. Sottoposti a perquisizione il 30enne è stato trovato in possesso di 1 kg di marijuana confezionata in un unico involucro leggermente aperto, dal quale con ogni probabilità era stato estratto il quantitativo ceduto all’altro uomo, poco più di 1 etto e mezzo. L’abitazione dell’uomo è stata perquisita e in un sottofondo della cucina i militari hanno trovato anche 700 grammi di hashish e 15 grammi di cocaina in pietra, oltre a bilancino e tutto il necessaire per il confezionamento in dosi, inoltre veniva trovato in possesso di quasi 9.000 euro in contanti con ogni probabilità frutto dell’avvenuto altro spaccio. La discreta fornitura di marijuana, secondo i carabinieri del Comando provinciale di Sassari, potrebbe avere la stessa origine di quella sequestrata, 40 kg, alle porte di Valledoria, pochi giorni fa.

AREE MINERARIE: SIGLATO ACCORDO REGIONE – MINISTERO AMBIENTE PER SEMPLIFICAZIONE PROCEDURE

Panorama Cagliari, 28 novembre 2013 – L’accordo di programma per la semplificazione delle procedure di approvazione dei progetti nelle aree minerarie del SIN, sito d’interesse nazionale del Sulcis Iglesiente Guspinese è stato siglato tra la Regione Sardegna e il Ministero dell’Ambiente. Il documento, fondato sulla necessità di semplificare e snellire le procedure tecnico-amministrative relative agli interventi di bonifica, restituisce alla Regione un ruolo di coordinamento, di fondamentale importanza anche in considerazione dell’esperienza maturata in tale ambito attraverso la gestione Commissariale da parte del Presidente della Regione, cessata per legge alla fine del 2012.

La presidenza della Giunta e l’assessorato della Difesa dell’ambiente della Regione sottolineano lo sforzo comune profuso per il raggiungimento di un obiettivo che non è solo formale ma soprattutto sostanziale e di prestigio: d’ora in avanti i progetti di bonifica nelle aree minerarie seguiranno le regole concordate nel Documento metodologico parte integrante dell’Accordo. Ciò consentirà di portare avanti con celerità gli ingenti interventi di bonifica previsti dal Piano Sulcis secondo un approccio sostenibile e fattivo, in risposta a quanto specificamente previsto dal protocollo di Intesa siglato in data 13 settembre 2012 tra il MISE, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Ministro per la Coesione territoriale, la Regione Autonoma della Sardegna, la Provincia di Carbonia Iglesias e i Comuni del Sulcis Iglesiente.

Maltempo: Nuoro, migliorano condizioni poliziotti feriti in ponte crollato

NUoro 28.11.2013 - Visita Questore e Prefetto ai feritiNuoro, 28 nov. 2013 (14:55) – Il questore di Nuoro Pierluigi d’Angelo ed il neo Prefetto Giovanni Meloni (nella foto), insediatosi lunedì, in piena emergenza alluvione, sono andati all’ospedale San Francesco a far visita ai poliziotti feriti nell’incidente avvenuto il 18 novembre sul ponte di Oloè, nella provinciale 46 tra Oliena e Dorgali, dove ha perso la vita l’Assistente Capo Luca Tanzi. L’Agente Scelto Gavino Virdis e l’Assistente Mirko Pellino, pur versando ancora in gravi condizioni per le ferite riportate, sono in fase di miglioramento. L’Agente Scelto Gavino Chighine è ricoverato all’ospedale di Sassari dove, ieri, è stato sottoposto a intervento chirurgico per la riduzione di alcune fratture.